Seguici su

Roberto A.I.S. nuovo Presidente A.I.S. : perché no?

Pubblicato

il

Una modesta proposta per rinnovare l’immagine dell’amata Associazione…

Ci pensavo da alcuni giorni, da quando ho appreso, con grande gioia, il 29 ottobre, che aveva vinto il titolo di miglior sommelier italiano A.I.S. Una vittoria che via mail gli avevo pronosticato non più tardi di dieci giorni prima della finale, un po’ perché ero sicuro della sua preparazione e tenacia e poi perché, per tanti motivi, facevo un tifo sfrenato, da persona che ha collaborato lungamente con A.I.S. e che si sente ancora legato a questa Associazione, per lui.

Ci ho pensato e ripensato e mi ripromettevo di parlarne prima con il diretto interessato, di chiedergli cosa ne pensasse. Se considerava la mia idea una cosa razionale e ipotizzabile, oppure una mattana.

Stasera però, avendo visto una sua foto che lo ritraeva al Wine Festival di Merano, ho deciso che dovevo rompere gli indugi e scrivere quello che mi frullava in testa da dieci giorni.
Domanda ingenua: ma l’ottimo Roberto Anesi, che recentemente ha vinto, meritatissimamente, il titolo di miglior sommelier d’Italia AIS, non potrebbe essere, anche in quell’ottica di rinnovamento della benemerita Associazione che tutti noi che vogliamo bene ad AIS auspichiamo, un ottimo nuovo Presidente?
E’ giovane, ma non giovanissimo, ha ampia esperienza maturata nel mondo della ristorazione e dell’Hôtellerie, conosce e ama il vino, é una persona onesta e perbene, ha un lavoro solido che gli dà da mangiare e non vive di AIS, é stimato e rispettato da tanti, in tutta Italia, non solo in Trentino.

E’ un volto pulito, che darebbe lustro a tutta la sommellerie italiana, perché non pensare a lui come nuovo Presidente A.I.S.?

Roberto, non ti sto facendo uno scherzo, sono convinto che tu saresti un grande Presidente, perché non ci pensi? La stessa cosa la penso per un altro amico, Alessandro Scorsone, ça va sans dire…
E voi che leggete questo blog, e che siete interessati alle vicende A.I.S., cosa ne pensate?

Attenzione!

Non dimenticate di leggere anche

Lemillebolleblog http://www.lemillebolleblog.it/

e Franco Ziliani blog http://www.francoziliani.blog/

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

0 Commenti

  1. Cosimo Piovasco di Rondò

    12/11/2017 at 21:56

    per quel che vale…io ci sono…e sostengo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy