Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Enoriflessioni

Volete sapere tutto sui vini russi? Leggete la nuova guida di Arthur Sarkisian!

Pubblicato

il

La mia (splendida, non si può dire altrimenti) inviata speciale nella Santa Madre Russia, Ekaterina Esechkina, membro dell’Associazione russa dei sommelier, che recentemente ci ha raccontato di una wine fair svoltasi la scorsa settimana a Mosca e la realtà dell’associazione dei sommelier della terra di Cechov, oggi ci anticipa le linee generali di “Vini russi”, una specie di Vini d’Italia e di Guide Hachette pubblicata dal 2012 dal sommelier Arthur Sarkisyan. Che dirvi se non Vashe zrodovye e buona lettura?

Arthur Sarkisyan è un sommelier molto onorato in Russia, miglior sommelier della Russia del 2005, capo dell’Unione sommelier ed esperti nella Federazione Russa e in Armenia. Ogni anno, a partire dal 2012, realizza la guida “Vini russi”, che ha una tiratura di 1000 copie, e alla presentazione partecipano almeno 250 persone. La situazione nel tempo non è cambiata e l’interesse dei consumatori è aumentato. Nel 2018 la tiratura è cresciuta fino a 12.000 copie e l’ultima presentazione della guida ha visto partecipare più di 2.400 persone, il che conferma la grande popolarità del vino russo.

Quest’anno, la guida ha incluso più di 370 dei migliori vini russi, che hanno ricevuto da 84 punti in su in una scala internazionale di 100 punti. L’autore, seleziona personalmente i vini per il suo libro durante due tour di degustazione, viaggiando attraverso la Valle del Dona, in Crimea, a Sebastopoli, a Kuban e nel Daghestan. Il primo tour di degustazione si svolge nelle aziende vinicole; per la fase di controllo, i vini vengono acquistati nei negozi e nelle cantine. I vini che hanno ricevuto i punteggi più alti sono accompagnati da un commento sull’autore.

Nella Guida vengono fornite informazioni dettagliate sulle principali regioni di qualità del vino russo, comprese le informazioni su geografia, suolo, clima, caratteristiche, vigneti e cantine, varietà di uve da vino, e sono anche brevi caratteristiche degli ultimi tre миллезимов (tabella completa миллезимов dal 2012 pubblicato in una delle prime pagine).

Nella pubblicazione si trovano articoli dettagliati e mappe opera dell’autore della Valle del Don, della Crimea e di Sebastopoli, del Kuban e del Daghestan con dettagli sulle subregioni. L’app della guida comprende una selezione dei migliori vini delle aziende agricole della Russia e del Kazakistan. Anche nelle applicazioni si trovano sezioni sul Brandy (»Brandy russi”) della regione del Daghestan, sui migliori vini liquorosi della Russia e sui vini delle bacche del Nord russo. Per la prima volta, ciascuno dei vini della guida è dotato di uno speciale codice QR con un link a informazioni più dettagliate nell’applicazione online.

Il vino Russo esiste, questo vino migliora ogni anno e in questo settore ci sono molti eventi interessanti, molte presentazioni e degustazioni, ci sono settimane di vino russo e festival del vino.

Il 27 marzo dalle 13 alle 19, nella mia città-Ekaterinburg si svolge il Festival dei vini Russi. I rappresentanti di oltre 35 aziende vinicole leader del paese si sono dati appuntamento in città per presentare i loro migliori vini. Oltre 170 vini saranno disponibili per i visitatori in una degustazione aperta. Inoltre, per tutta la settimana sono previsti incontri introduttivi-degustazioni per dilettanti e professionisti in luoghi diversi della città.

E domani si terrà una sontuosa cena dedicata al vino nel ristorante “Troyekurov” con ospite speciale proprio Arthur Sarkisyan, che terrà una degustazione dalla cantina privata Shumrinka, situata nel villaggio di Guy-Kodzor, nella regione di Krasnodar. A questo evento ho intenzione di partecipare per farmi firmare la mia copia della guida del vino russo e dirvi dettagli interessanti!

Ekaterina Esechkina

n.b. non dimenticate di leggere anche il nuovo blog personale www.francoziliani.it e Lemillebolleblogwww.lemillebolleblog.it

Print Friendly, PDF & Email

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Carlo Raimondi
Carlo Raimondi
19 giorni fa

Zilio ma fai un casting alle tue collaboratrici prima di pubblicare i loro articoli? Una più bella dell’altra. Bellissime e bravissime. Complimenti

Giovanni Bianchi
Giovanni Bianchi
19 giorni fa

Franco se mi dai il telefono della Signora Ekaterina ti offro una bottiglia di Sassicaia.
Ma sei sicuro che esiste veramente una donna tanto bella?

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy

2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x