Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Degustazioni

Vernaccia di Oristano Flor 2015 Contini

Pubblicato

il

Dalla Sardegna un “flor” di vino

Dopo il bel pezzo di esordio sul Mandrolisai torna a raccontarci i vini della sua Sardegna Maria Cristina La Serra, sommelier AIS, diplomata al master Alma AIS sul marketing e la comunicazione del vino, laureata in giurisprudenza e in economia, sempre con tesi sul mondo del vino.

Oggi ci parla di un vino particolare e storico, la Vernaccia Flor dell’azienda Contini. Buona lettura!

La storia dell’azienda Contini inizia nel 1898, a Cabras in provincia di Oristano, grazie alla passione di Salvatore Contini, e alla sua totale devozione al vitigno più diffuso all’epoca in Sardegna: la Vernaccia. Il suo lavoro nel giro di pochi anni portò a notevoli risultati, Contini infatti ricevette la medaglia d’oro all’Esposizione Internazionale di Milano del 1912 e la Vernaccia di Oristano ottenne la DOC nel 1971, come primo vino dell’isola.

Non un territorio qualsiasi, i vigneti sono infatti situati fra le pendici del monte Arci, la penisola del Sinis e della Valle del fiume Tirso, su terreni di macchia mediterranea, ricchi di ossidiana, e sabbie in quarzo bianco. Zone umide e ventose, grazie al perenne maestrale che ne garantisce l’eccelsa qualità delle uve e la loro salubrità.

Ancora oggi è un prodotto straordinario, un grande vino dell’isola sarda caratterizzato da un procedimento di vinificazione molto particolare che prevede l’affinamento in botti scolme, condizione nella quale i lieviti residui affiorano sulla superficie grazie, sia al microclima, che alla presenza di lieviti Saccharomyces cerevisiae, che formano in superficie un velo dal colore biancastro chiamato “flor”.

La Vernaccia di Oristano Flor 2015 Contini, è un vino dalle caratteristiche uniche. Dal colore ocra brillante, tendente all’ambra e all’aranciato, risplende del bicchiere, come nettare prezioso. Il profumo è molto intenso, persistente e complesso. Si riescono a distinguere infatti note di frutta candita, uva sultanina, miele di castagno, arancia caramellata, crème brulé, brezza marina. Sembra quasi di degustare un marsala.

Dopo il primo assaggio tuttavia la sorpresa: al contrario dell’estrema morbidezza e dolcezza che ci si aspetterebbe da un vino con questi sentori olfattivi, in bocca è secco, avvolgente, fresco, quasi lievemente tannico nonostante sia un bianco! Robusto, strutturato e caldo, il sorso è pieno, rotondo ed estremamente aromatico.

Il ricordo è quello delle “Aranzadas”, tipici dolci sardi preparati con scorza d’arancia, miele e mandorle, che con lo stesso si abbinerebbero perfettamente. Sicuramente un vino inimitabile, che sa distinguersi dagli altri vini della regione, forse proprio per quel velo di “flor” che ne conferma, come dicevo all’inizio, l’unicità!

Maria Cristina La Serra

n.b.

non dimenticate di leggere anche il mio nuovo blog personale www.francoziliani.it e Lemillebolleblog www.lemillebolleblog.it

Print Friendly, PDF & Email

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x