Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Appuntamenti

In Russia combinano lo sport e uno stile di vita sano con la cultura del consumo di vino di qualità

Pubblicato

il

Nella terra di Cechov cresce la cultura del vino

Non penso che avesse ragione Sting quando cantava questa celebre canzone e credo che lo stolido neo presidente ameri-cano Bidet, pardon Biden, meriti solo pernacchie quando attacca in maniera idiota il presidente Putin: della Russia e dei russi (e delle russe, ça va sans dire) non bisogna avere paura. La Russia, con tutti i suoi misteri e le sue complessità, con il suo coté un po’ asiatico e un po’ europeo e ovviamente molto slavo, fa parte dell’Europa, ha legami antiche e fortissimi con la cultura europea, anche se gli stupidi euroburocati e le cancellerie europee continuano ad esercitare sanzioni e blocchi commerciali e idiozie varie nei confronti della Russia di oggi.

Non sono mai stato in Russia e chissà se potrò mai andarci, ma se dovessi scegliere se andare negli States di Biden (e di Trump), a New York, Chicago, Detroit oppure a Mosca, San Pietroburgo, Ekaterinburg, nella Santa Madre Russia, non avrei dubbi. Barra dritta ad Est.

La Russia mi affascina (in un’altra vita, 40 anni fa, ho avuto anche una morosa friulana che ha poi sposato un cosacco e oggi insegna lingua e letteratura russa all’Università di Bergamo) da sempre, ho letto parecchi classici russi, da Cechov a Tolstoj a Dostoevskij, e poi Aleksandr Isaevič Solženicyn e tutti i principali autori del dissenso contro l’ex regime comunista, e poi quel meraviglioso poeta che è Sergéj Aleksándrovič Esénin, e anche se penso che lo Zar stia facendo un gioco sporco nei confronti di un oppositore coraggioso e tenace come il collega blogger Aleksej Anatol’evič Naval’nyj, penso che le accuse di assassino Biden se le debba rimangiare e le debba destinare ai policeman Usa che ammazzano a sangue freddo inermi cittadini di colore o ai vari killer impazziti che ogni tanto si svegliano e armati come sono sparano e uccidono.

Ciò detto, ribadito che se proprio dovrò vaccinarmi contro il coronavirus lo farò solo con Sputnik, lasciando gli altri vaccini, Astra Zeneca in primis, a Speranza e compagni, sono lieto di presentarvi una new entry su questo blog.

Avevo annunciato in questo pezzo sulla fiera Beviale Moscow il prossimo esordio come collaboratrice di un’affascinante Signora che vive in Russia, la sommelier Ekaterina Esechkina, membro dell’Associazione russa dei sommelier, attiva su Instagram come missfeelgood_78, grande appassionata dell’Italia e dei vini italiani, ed ecco il primo di due articoli che Ekaterina da Ekaterinenburg mi ha mandato. Dalla Russia con amore (per prendere il titolo di un celeberrimo film della serie 007) lei ci fornirà notizie interessanti sulla Russian wine scene. Benvenuta Ekaterina!

Il nuovo format per il tempo libero nell’ambito della mostra del vino «WinExpo2021» sarà disponibile per i russi già a metà maggio nella località turistica di Anapa, nella Russia europea meridionale, nella regione di Krasnodar (Kuban) sulla Costa Del Mar Nero.

Ora questa città rivendica il titolo di capitale del vino della Russia e, secondo il vice sindaco della città, Vitaly Voronov, è necessario sottolineare questo status onorario e anche, per introdurre tutti gli interessati alle novità del mercato del vino russo, perché Kuban è la principale regione vinicola della Russia, qui si concentra un terzo di tutti i vigneti e quasi il 50% delle uve raccolte in Russia.

Quest’anno, per la prima volta, nell’ambito della Mostra di tre giorni, si terrà la prima Maratona del vino, la data fissata é il 15 maggio. L’iniziativa di adottare questa tradizione europea e incarnare l’idea di una maratona è stata di Valery Goryukhanov, il quale ritiene che: «questo evento soddisferà la domanda da parte di atleti non professionisti che vogliono combinare il piacevole con utile e avere un buon tempo ad Anapa.»

A tutti gli appassionati di corsa e professionisti che vogliono partecipare sarà data una scelta di distanza da 1,8 km ( «Wine mile ») o 5 km (« Pro Mile »)per, direttamente, la maratona, cioè 42,2 km.

Di solito, in quel momento dell’anno ad Anapa la temperatura raggiunge i gradi 18-20, quindi l’intera gara si svolgerà sotto i raggi del sole caldo e quasi estivo lungo la costa, il parco e attraverso L’antica città greca-Cantina Gorgippia, e la distanza della maratona si trova attraverso i vigneti di Guy Kozor.

Se volete avere maggiori dettagli dettagli e, perché no? registravi per partecipare, ecco il sito Internet.

Gli organizzatori si concentrano anche su atleti e turisti provenienti da diverse regioni della Russia.

E la compagnia Simple Travel offre ai partecipanti alla maratona e alla Mostra di combinare l’utile e il dilettevole e visitare i vigneti e le fattorie della regione nell’ambito dei programmi speciali di gruppo «sulle cantine della regione di Krasnodar», dove puoi vedere tutto con i tuoi occhi, conoscere i famosi enologi e viticoltori Russi, conoscere la storia della viticoltura e i processi.

Всего самого наилучшего!

Есечкина Екатерина

n.b.

non dimenticate di leggere anche il mio nuovo blog personale www.francoziliani.it e Lemillebolleblog www.lemillebolleblog.it

Print Friendly, PDF & Email

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Andrea Contucci
23 giorni fa

Bello leggere che in Russia non si è fermato tutto, come invece è successo da noi. I colleghi produttori Russi, avranno modo di aprire le loro cantine ai visitatori e agli atleti che si recheranno in zona per partecipare alle gare. Grazie a Ekaterina per questo bell’articolo e a Franco per averle dato spazio nel suo blog. Saluti da Montepulciano.
Andrea Contucci

Simone N
Simone N
22 giorni fa

Il Nobile di Andrea Contucci emozione ed eleganza. Vi si viene a trovare prima o poi.

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy

3
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x