Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Appuntamenti

Asta di bottiglie rare e pregiate da Bolaffi il 16 marzo: un appuntamento da veri intenditori

Pubblicato

il

Dai vini della Romanée-Conti a Gaja, Sassicaia, Masseto e Bruno Giacosa

Siete appassionati di grandi vini, avete qualche migliaio di euro che vi crescono da spendere per rendere più ricca la vostra cantina e fare grandi figure con i vostri ospiti oppure pensate che investire su grandi vini sia meglio che investire sul mattone, su oro, diamanti o acquistando vigne di Glera da Prosecco?

La sempre puntuale Lucilla Andrich, curatrice del blog Cin di vino, e autrice di un recente bell’articolo sul Pinotage sudafricano, vi racconta che martedì 16, zona rossa imperversante nell’Italia tutta, potrete collegarvi online al sito Internet della celebre casa Bolaffi (quella che negli anni Settanta pubblicò i primi cataloghi dei vini di Gino Veronelli) e cercare di aggiudicarvi annate super di vini super come il Barolo Monfortino, Barbaresco Santo Stefano di Bruno Giacosa, vini di Gaja, Bartolo Mascarello e passando alla Toscana Brunello di Montalcino di Biondi Santi e Case Basse (Soldera) e gli immancabili Sassicaia e Masseto.

Per tacere dell’offerta strepitoso di vins de Bourgogne e Bordeaux e Champagne, Romanée-Conti in primis.

Non potete, anzi non possiamo permetterci quei capolavori? Beh, per un attimo proviamo a sognare di poterlo fare. Io so già cosa mi porterei a casa, Barbaresco Santo Stefano di Neive 1970 di Bruno Giacosa, e voi?

Attenzione, attenzione! Per gli amanti delle bottiglie davvero pregiate e per i veri intenditori c’è una data da segnarsi: il 16 marzo 2021. Aste Bolaffi ha organizzato infatti la sua prima vendita di vini pregiati e distillati dell’anno con una selezione contenuta ma eterogenea che vanta bottiglie di rarità e valore notevoli: dai famosi Henri Jayer alle etichette italiane di culto passando per i migliori champagne e i distillati più iconici. Il tutto in modalità internet live su questo sito, e, visti gli ottimi risultati del 2020, la casa d’aste ha deciso di proporre vendite di vino con cadenza trimestrale rispetto alle tradizionali due tornate all’anno organizzate fino al 2019. Una bella novità.

Il catalogo di 236 lotti si apre con i vini del Piemonte, in particolare Barolo e Barbaresco dei produttori più rinomati: Bruno Giacosa con etichette bianche e rosse, come un lotto composto da undici bottiglie di Barbaresco Santo Stefano di Neive Etichetta Bianca 1970 (base 3.200 euro) e Giacomo Conterno con verticali di Cascina Francia e Monfortino a partire dal 1955, tra cui si segnalano due magnum dell’annata 2014 (RP 100/100) in casse originali in legno (base 2.000 euro). E ancora Bartolo Mascarello e Giuseppe Rinaldi con bottiglie anche d’annata, Roagna, l’immancabile Gaja e l’introvabile Accomasso con sei bottiglie di Barolo 2012 (base 600 euro).

Passando alla Toscana, imperdibili sono i Brunello di Montalcino di Biondi Santi e Soldera, i Supertuscan anche nelle annate maggiormente premiate, come Sassicaia 2016 (tre bottiglie, base 800 euro) e Masseto 2015 (tre bottiglie, base 1.600 euro), una bottiglia da cinque litri di Tignanello 1979 (base 1.000 euro) e vari lotti di Ornellaia e Le Pergole Torte Montevertine dal 2006 al 2017 anche in formato doppia magnum.

Nella sezione dedicata alla Francia si trova il top lot dell’asta: la Guitar Case disegnata da Karl Lagerfeld per Dom Perignon, edizione limitata in tre annate Rosé (sei bottiglie, base 35.000 euro). Rimanendo nella regione di Champagne si segnalano inoltre due Salon Le Mesnil 1953 e 1964 perfettamente conservati (basi 1.200 e 1.800 euro), una selezione di Perriet-Jouët Belle Epoque anni Settanta e Novanta, una bottiglia di Krug Clos d’Ambonnay Blanc de Noirs Brut 1995 (base 1.300 euro).

La Borgogna è la regina del catalogo con un’ampia selezione del Domaine de la Romanée-Conti, tra cui una bottiglia di Romanée-Conti Grand Cru del 1997 (base 16.000 euro) e due di La Tâche Grand Cru 1994 e 1997 (base 4.000 euro) oltre a lotti dell’introvabile produttore Henri Jayer: una bottiglia di Échézeaux 1993 (base 3.000 euro) e due Bourgogne Rouge 1985 e 1993 (base 2.400 euro).

Tra i vini della regione di Bordeaux, oltre ai vari Premier Grand Cru Classé, si distinguono due bottiglie di Petrus 1987 e 1997 (basi 900 e 1600 euro) e una ricca selezione di Chateau d’Yquem tra cui una verticale dal 1961 al 2004.  

Chiudono il catalogo come di consueto i distillati e i vini liquorosi selezionati di concerto con Whisky Club Italia: le grappe Serafino Levi, numerosi Macallan e altri imbottigliamenti iconici come due famosissimi Bowmore, il Bicentenary 1979 e il Black Bowmore 1964 (basi 1.800 e 8.000 euro), e due capolavori di selezionatori italiani: Ardbeg 24YO Cadenhead Sestante (base 1.200 euro) e Tormore 1966 di Samaroli (base 4.000 euro). Insomma un’asta da non perdere. E allora Cin!

n.b.

non dimenticate di leggere anche il nuovo blog personale www.francoziliani.it e Lemillebolleblog www.lemillebolleblog.it

Print Friendly, PDF & Email

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x