Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Editoriali

Quando si dice avere la faccia di bronzo

Pubblicato

il

Tale D.B. si atteggia a vittima ma propone redazionali e recensioni a pagamento

Ovviamente non leggo quello che scrive questo tizio che, finalmente mi sono deciso a querelare e verso il quale oggi stesso presenterò un esposto all’Ordine dei giornalisti della Lombardia al quale costui sostiene essere iscritto.

Ma poiché alcuni lettori mi hanno segnalato che costui, invece di fare l’unica cosa giusta che dovrebbe fare, ovvero tacere, nascondersi, chiedere scusa per le parole diffamanti e le menzogne che scrive, ha pubblicato, con supremo sprezzo del ridicolo, un testo (definirlo articolo mi sembra fuori luogo), leggetelo qui se vi garba, dove sostiene di essere sotto attacco (in italiano si dice sotto scacco o vittima di un attacco) dove riferendosi chiaramente ai miei blog, senza citarli, li riferisce, bontà sua, “più vicini al gossip che all’enogastronomia”, e sostiene che conterrebbero “ingiuriosi commenti e interpretazioni psichedeliche (per non dire psichiatriche o quantomeno fantasiose) del nostro agire quotidiano nel mondo della comunicazione”, ho ritenuto opportuno rispondere.

Questo 34enne dalla suprema faccia di tolla, espressione non ingiuriosa, ma tipicamente milanese che designa chi è spudorato, scrive “Veniamo tacciati di farci pagare per scrivere articoli; di farci pagare per inserire vini nelle nostre Guide; di odiare terre del vino che invece amiamo; di essere dei marchettari e dei calunniatori; viene (miseramente) messa in dubbio anche l’iscrizione delle testate in Tribunale e all’ordine dei giornalisti; chi più ne ha, più ne metta, insomma” e asserisce che nelle sue testate vige un “rifiuto tassativo di mescolare pubblicità e informazione”.

Bene, allora, per rinfrescare a lui e ai suoi eventuali lettori la memoria, ripubblico il tariffario delle prestazioni che propone alle aziende. Un tariffario dove si legge testualmente “redazionale (recensione vino/argomento a scelta): 200 euro”. Cinque redazionali, beh, se si accetta un pacchetto fa lo sconto: “800 euro”.

Questo è tutto. Ho già girato al Consiglio di disciplina dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia la documentazione, anche relativa alle espressioni diffamatorie usate nei miei confronti da costui (delle quali si occuperà, ma veramente questa volta, il tizio merita una lezione, non è giusto avere pietà di lui…). Non c’è altro da aggiungere.

Un sommesso consiglio a questo ragazzo, per la cui età potrebbe essere mio figlio (per mia suprema fortuna non lo è: se lo fosse non esiterei a disconoscerlo e l’avrei già cacciato di casa a calci in culo, quei calci e quei ceffoni che non ha preso nell’età dell’adolescenza e gli farebbero tanto bene): stai zitto, evita di atteggiarti a vittima, perché se vittima sei, lo sei solo della tua suprema, totale, assoluta, spudorata, gigantesca FACCIA DI TOLLA.

Sarai anche iscritto, non lo metto in dubbio, all’Odg accetterebbero anche le iscrizioni di un asino, tale è la deriva del giornalismo in Italia, all’Ordine dei giornalisti, ma, credimi, il giornalismo è altra cosa da quella che tu proponi. Lo dice uno che è stato collaboratore di Indro Montanelli e Vittorio Feltri, che ha scritto su Il Giornale, mica su Vini al supermercato. Con tutto il rispetto.

n.b.

non dimenticate di leggere anche il mio nuovo blog personale www.francoziliani.it e Lemillebolleblog www.lemillebolleblog.it

Print Friendly, PDF & Email

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
12 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
12 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Renato villa
Renato villa
12 giorni fa

Il ragazzo non la cita mai nel suoi articoli. Mai. È accorto . Guardi che lei sta buttando via soldi in avvocati.

B. Chalton
B. Chalton
12 giorni fa

Oltre ad essere spudorato, bugiardo, calunniatore ha anche la coda di paglia. Si capisce fin troppo bene a chi si riferisce quando si atteggia a vittima, non abbiamo ancora capito se questo ragazzotto ci è o ci fa ! Resta il fatto che ha dovuto cambiare settore in passato, perchè occupandosi di cronaca nera, gli hanno fatto capire a suon di cazzotti che non faceva per lui. Pensava di trovarsi meglio nel settore enologico, ma offendendo, denigrando, scrivendo menzogne sui colleghi, dovrà ben presto cambiare ancora una volta settore, a suon di querele ! Inoltre è professionalmente disonesto, in quanto propone alle cantine i tariffari per pubblicare articoli di degustazione, che in gergo si chiamano marchette, affermando nel suo piagnucoloso tentativo difensivo, non essere vero, quando invece sono qui pubblicati stralci di missive inviate alle aziende. PROVE INCONFUTABILI, VERGOGNA .

Renato villa
Renato villa
12 giorni fa
Reply to  B. Chalton

Si capisce a chi si riferisce. Ma a differenza sua non la cita mai . Mica stupido

B. Chalton
B. Chalton
12 giorni fa
Reply to  Renato villa

Allenatore di calcio ?

Silvia
Silvia
12 giorni fa
Reply to  B. Chalton

“Offendendo, denigrando I colleghi”…ma Ziliani…ma lei è l indiscusso campione del mondo in questa specialità . Ma non si trova a disagio a scrivere queste cose?

nevio
nevio
12 giorni fa
Reply to  Franco Ziliani

Sa una cosa strana? Colui che qui sopra commenta col nome di Chalton…credo sia il suo vicino di casa . Il numero di Ip è identico al suo. Strana sta cosa…

B. Chalton
B. Chalton
12 giorni fa
Reply to  nevio

Smentisco categoricamente, io e Ziliani siamo a diverse centinaia di chilometri, conosco tramite il web gli attori della contesa e devo rilevare come sia lapalissiano che Ziliani ha ragione al 100%, mentre il Bortone manifesta seri problemi di identità. Lo capirà a sue spese a suon di umiliazioni e delusioni. Tranquillo Nevio non ho le capacità di scrittura di Ziliani, ne abbiamo pochissimi in Italia. Vero Davide ?

Michele R.
Michele R.
11 giorni fa

Buongiorno Franco
Ha tutto il mio appoggio.
Tenga duro perché purtroppo la realtà italiana è questa, e non solo nel giornalismo.

A92E8917-E371-47A7-B35F-23981BB6B9B7.jpeg

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy

12
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x