Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Degustazioni

Merlot in Ticino: grande qualità in un piccolo cantone – seconda parte

Pubblicato

il

I vini stile Pomerol del cantone svizzero di lingua italiana

Di Simona Paparatto, sommelier A.I.S. varesina, di cui segnalo, oltre ai due pezzi già pubblicati di recente (questo e questo) e questo sugli Erbaluce di Caluso di Carlo Gnavi un eccellente articolo sullo Champagne Cristal di Roederer oggi ci porta in Svizzera, tra i vini, in larga parte a base Merlot, del Canton Ticino. Dato che l’articolo è molto lungo ho pensato di dividerlo in due parti. Questa è la seconda che fa seguito a quella pubblicata ieri. Buona lettura!

Di seguito i produttori che ho visitato ed alcuni loro vini degustati.

Gialdi, Cantina Giubiasco (Sopraceneri-Giubiasco), Il Cavaliere (Sopraceneri-Gambarogno, Locarno), Monti (Sottoceneri-Cademario), Daniel Huber (Sottoceneri-Monteggio), Tamborini (Sottoceneri-Lamone), Ortelli (Sottoceneri-Corteglia), Klausener (Sottoeneri-Purasca), Zanini Vinattieri Ticinesi (Sottoceneri-Coldrerio), Fattoria Moncucchetto (Sottoceneri-Lugano), Rovio Ronco (Sottoceneri-Rovio).

                                                                                                                                           

BIASCA PREMIUM MERLOT TICINO DOC 2016 GIALDI

Le uve provengono esclusivamente dal comune di Biasca (320 m.s.l.m.), vinificate con macerazione in vasche inox per 8-12 giorni a 18°-30° e maturazione in barriques francesi di 2° e 3° anno, per 10 mesi. Di un bel colore rubino intenso e profondo, mette in evidenza frutta e spezie all’olfatto: ribes, mora, mirtillo prugna e fragolina di bosco. Il bouquet continua con aromi di torrefazione e delicate sfumature balsamiche di sambuco. Il sorso è voluminoso, pieno e compatto, morbido e fruttato con tannini eleganti e perfettamente integrati verso un finale mentolato di buona persistenza. Un’ottima struttura incornicia il quadro.

GIORNICO ORO MERLOT TICINO DOC 2016 GIALDI

Le uve provengono esclusivamente dal comune di Giornico (390 m. s.l.m.), vinificate con macerazione in vasche inox per 12-13 giorni a 28°-30°C e maturazione in barriques francesi di 2° e 3° anno, per 10 mesi.

Impenetrabile rubino compatto e profondo alla vista. Impatto olfattivo intenso e variegato, fruttato con note di frutta a bacca rossa e nera con tostature di caffè e prorompenti sentori balsamici di liquirizia e menta, ma anche di rabarbaro e sambuco, in evidenza. In bocca è verticale e preciso: fresco, morbido e pieno, elegante ed equilibrato di buona struttura e tannini di ottima tessitura. Il finale è fruttato, sapido, minerale e di lunga persistenza.

RONCO DI PERSICO MERLOT DEL TICINO DOC  2016 DANIEL HUBER

Proveniente dai vigneti del comune di Monteggio. Dal vivace colore rosso rubino, al naso si compone di profondi profumi di frutta molto matura come la prugna ed il mirtillo con note marcatamente floreali di rosa e poi, sottobosco. In bocca il tannino è massiccio, ma fine ed elegante: non vuole prevalere, ma solo dare un fermo contributo d’emozione. La chiusura è piena ed avvolgente e rimanda ai freschi aromi di frutta polposa e di macchia.

MERLOT DEL LOCARNESE MERLOT TICINO DOC 2016 CANTINA GIUBIASCO

Merlot in purezza proveniente da vigneti coltivati nelle zone collinari del Locarnese. Le uve vengono raccolte manualmente, pigiate, diraspate e vinificate secondo la tradizionale vinificazione in rosso. La fermentazione avviene in vasche d’acciaio a T controllata e la macerazione dura dai 10 ai 12 giorni. Finita la malolattica, il vino affina in vasche di cemento, al riparo da repentini sbalzi termici.

Rubino pieno e compatto alla vista. Impatto olfattivo fine, delicato, fruttato con sentori di bacche nere e frutta rossa: apprezzabili riconoscimenti di more, mirtilli ed amarene. In bocca è morbido, caldo ed avvolgente, con tannini ben integrati. Agile e vibrante al gusto con un lungo finale dinamico e fruttato. Consumo 2-6 anni dalla vendemmia.

CAMORINO MERLOT TICINO DOC 2016 CANTINA GIUBIASCO

Prodotto da vigneti coltivati in zone vocate del comune di Camorino. L’uva viene raccolta manualmente e poi pigiata e diraspata molto rapidamente. Avviene di seguito la fermentazione a T controllata in vasche inox. Segue lunga macerazione sulle bucce da 15 a 21 giorni. Il vino ottenuto matura in barriques di Rovere da 20 a 24 mesi.

Dal color rosso rubino intenso con lievi riflessi granati, attrae al naso per l’intensità dei profumi di frutta matura che si intrecciano a note speziate di pepe e cannella, per continuare con accenni di caffè tostato che danno un vigore interessante. Al palato si rivela un vino ricco e strutturato, con una briosa componente acida che sorregge l’elegante tannino, lasciando il giusto spazio a note di frutta rossa matura e polposa. Il finale, che continua con aromi tostati e fruttati di ciliegia, delinea un sorso dall’accento complesso e persistente. Consumo 3-10 anni dalla vendemmia.

AURELIO RISERVA MERLOT DEL TICINO DOC 2016 IL CAVALIERE

Proviene dalle colline di Gambarogno, a ridosso di un castagneto con vigneti risalenti a 50 anni fa.

Rubino intenso, vira verso toni granati. All’olfatto propone note di ciliegia sotto spirito e ribes, per poi continuare con radice di liquirizia caffè. Il sorso è morbido ed intenso dalla trama tannica consistente, ben integrata nella struttura del vino. Si lascia apprezzare per il suo equilibrio. Lungo finale di bocca dai ricordi di visciola in confettura.

Morbido, rotondo ed elegante. Fine.

Matura in barrique di 1° e 2° passaggio, per 16 mesi

IL CANTO DELLA TERRA MERLOT DEL TICINO DOC 2017 MONTI

Le uve sono prodotte unicamente da viti selezionate di oltre 30 anni, coltivate nei Ronchi di Cademario. Per ottenerne una bottiglia occorrono, in media, 3 ceppi. Particelle orientate a Sud-Sud Est, con pendenze fino al 70 %, all’altitudine di 550 m.s.l.m. PI rispettosa dell’ambiente. Terreno morenico, profondo, leggero e sabbioso. Fermentazione 13 giorni. Affinamento in carati, 16 mesi.

Rubino impenetrabile. Olfatto opulento e profondo, imperniato su note di ribes e mora in confettura e petali di rosa appassiti. Seguono ben scanditi profumi di erbe officinali, bacche di ginepro, felce ed una sfumatura tostata di cioccolato fondente e polvere di caffè. Voluttuoso al palato, di grande estrazione, marcato da tannini vellutati e di prospettiva che accompagnano una gradevole acidità. Finale persistente e pieno, con ritorni di rabarbaro.

SAN ZENO COSTAMAGNA MERLOT DEL TICINO DOC   2015 TAMBORINI

Dal vigneto di Lamone di 1 ettaro, risalente agli anni ’80.  L’esposizione è Sud-Sud Ovest e si trova a 400 metri di altitudine. I suoli sono mediamente acidi. Dal colore rosso cupo impenetrabile con riflessi granati, al naso si apre con note di frutta fresca per poi virare verso un ventaglio di note speziate di pepe e cannella, di note aromatiche e lievemente balsamiche ed un leggero spolvero di pasticceria. In bocca è prorompente, dotato di carattere e grande struttura, succoso e con una bella sapidità che accompagna il tannino, marcato ma elegante. Finale lungo e persistente con un riverbero del frutto, polposo e denso.

Premi: GPVS Oro 2007, 2009, 2012 MdM Oro 2007, 2008, 2010, 2012

COMANO RISERVA MERLOT DEL TICINO DOC 2015 TAMBORINI

Proviene da terreni collinari terrazzati esposti a Sud-Sud Ovest ad un’altitudine di di 400 metri. La produzione è di 5-6000 kg per ettaro vendemmia verde (invaiatura si tolgono i grappoli) l’uva che si raccoglie anticipatamente si utilizza per fare una base spumante. L’uva rimanente si vinifica in rosso. Il vino fermenta in legno per 6-7 settimane poi affina per 12-18 mesi in barriques.

Di un bel rosso impenetrabile con riflessi granati. Apre su un ampio ventaglio di spezie fini e note dolci, pasticceria, caramello, marasca sotto spirito, ma accompagnato da una nota balsamica e fresca che lo rende interessante. In bocca è caldo e morbido, corposo con tannini fitti e succosi. Il finale è pieno ed avvolgente, con un riecheggio di note tostate, speziate e balsamiche.

Premi: Hachette 2009, 2012; GPVS Oro 2011; MdM Oro 2007, 2009, 2011, 2012

LAGHETT DI PEDRINATE MERLOT DEL TICINO DOC 2017 MAURO ORTELLI

Merlot tradizionale, affinato in acciaio, prodotto solo su commissione per la Chicco d’Oro. Proviene dal vigneto della collina di Pedrinate, a 550 mt di altitudine, che dallo Studio del Terroir di Federviti, si è scoperto essere il terreno più acido di tutto il Canton Ticino. Questo vino non è in vendita.

Dal colore rosso rubino vivace. Si articola all’olfatto con intensi aromi di frutti di bosco, assecondati da spunti minerali di grafite. Coerente ed equilibrato al palato: discretamente morbido ed intensamente fruttato, ma vivace per la dote sapida. Sottigliezza del tannino ed eleganza del gusto sono le sue virtù, con una bella freschezza che accompagna il sorso in un finale netto e pulito, con un richiamo al frutto.

ROSSO DI SERA IGT 2013 KLAUSENER

Merlot in purezza coltivato secondo le regole della produzione integrata proveniente dal vigneto di due ettari che fu del Castello di Trevano, (depositi provenienti dal ghiacciaio con grossi sassi trasportati) nel Luganese, piantato nel 1956 per due terzi e nel 1988 per un terzo (quando i Klausener lo acquistarono). Vinifica in acciaio ed affina in barriques nuove per il 50% e di secondo passaggio per la restante parte. Dal colore rosso rubino intenso, è raffinato e suadente all’olfatto, che rivela profumi di frutti maturi e speziature di pepe e liquirizia che stimolano i sensi. Grande complessità al palato con tannini strutturati e ben definiti. Il finale è pieno e compatto, ma non perde in eleganza. Vino di straordinaria morbidezza. Staziona sulle fecce per tre settimane poi viene torchiato. L’affinamento avviene in barriques metà nuove e metà di un anno. Maturazione in botti per circa 15 mesi.

COLLIVO RISERVA MERLOT DEL TICINO DOC  2016 ZANINI VINATTIERI

Proviene da una vigna posta in posizione splendida: il Colle degli Ulivi a Coldrerio. Collivo è, dunque, un vino del territorio. In vigneto vengono selezionati i grappoli migliori. Poi avviene la diraspapigiatura, la fermentazione con macerazione in tini di legno troncoconici ed anche in tini di inox a T controllate. Infine, 14 mesi di affinamento in barriques. Il vino che ne nasce presenta profumi di frutti rossi quali: more, ciliegie, lamponi, che caratterizzano il vitigno. In bocca è morbido e piacevole, sapido, fresco e caldo, con una discreta persistenza ed un’audace mineralità gustativa.

MONCUCCHETTO MERLOT DEL TICINO DOC  2016 FATTORIA MONCUCCHETTO

Merlot in purezza dall’omonimo vigneto, il principale dell’azienda, a 300 mt. Di altitudine, con esposizione Sud/Sud Ovest e dai terreni granitici, ad alto contenuto di sostanza organica. Vinificato in acciaio ed affinato 16-18 mesi in barriques di Rovere di secondo passaggio. Dal bel rosso rubino intenso, al naso esordisce con sentori di frutta matura, una succulenta amarena. Poi i profumi diventano speziati di cannella e pepe, contornati da una fresca aura mentolata. Al palato è piacevole il tannino, per nulla invadente, sostenuto da una briosa freschezza che lo rende godurioso e beverino. Chiude con un discreto corpo ed un incisivo ritorno di frutta polposa ed eucalipto.

Monchucchetto Merlot Ticino 2016 è stato vincitore della Medaglia d’oro al Mondial du Merlot 2018. In tale evento sono stati anche premiati il Moncucchetto Riserva Merlot Ticino 2015 ed i bianchi dell’annata 2017 di questa Cantina.

L’ARCO MERLOT DEL TICINO DOC 2016 FATTORIA MONCUCCHETTO

Merlot in purezza dal vigneto terrazzato di Bioggio, costruito nel 2011, dal suolo granitico con ottima capacità drenante e dal microclima molto caldo nei mesi estivi.  Affina in solo acciaio per di 10 mesi. Di colore rosso rubino con riflessi violacei. Al naso spicca la frutta fresca: more, ciliegie, lamponi. Anche le note speziate prendono il loro posto nel bouquet aromatico, con pepe ed un pizzico di curcuma. La fresca acidità sostiene pienamente l’armonioso tannino e con esso si incammina verso un finale pieno, corposo e di buona struttura, richiamando un altro impavido sorso.

Caratteristica di questi vini è la marcata freschezza: vini per nulla opulenti o pesanti, ma freschi! Ogni bicchiere attira l’altro disponendo di un’ottima bevibilità.

MERLOT ROVIO MERLOT DEL TICINO DOC  2016 ROVIO RONCO

Nasce da vigneti posti a 500 metri di altitudine, su terreni sabbiosi e ghiaiosi. L’affinamento avviene in botti inox. Sue caratteristiche al naso sono ciliegia e fragolina di bosco delicatamente marcate, ma i sentori erbacei e floreali completano il corredo olfattivo. È dotato di grande freschezza gustativa e di una goduriosa sapidità che lo sostiene. Il tannino è discreto e regolare ed è sostenuto da una spiccata nota acida che lo rende scattante e di facile beva, senza negargli garbo e finezza. Finale con buona persistenza che richiama a note di pepe ed ancora di frutta. Vino fine ed equilibrato, che più rappresenta l’azienda.

Simona Paparatto

n.b.

non dimenticate di leggere anche il mio nuovo blog personale www.francoziliani.it e Lemillebolleblog www.lemillebolleblog.it

Print Friendly, PDF & Email

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Delo
Delo
6 giorni fa

Visto che parlate della mia terra, mi permetto di consigliare alcuni vini:
Di Gialdi consiglio Sassi Grossi e il suo Trentasei
Spostandoci nel locarnese sicuramente Cantina Chiodi e il suo “Ultima goccia” e anche il “Prima goccia” quest’ultimo un buon bianco di un assemblaggio 50% Petite Arvine, 25% Ermitage, 25% Pinot bianco.

Nel Bellinzonese da provare il Ronco dei Ciliegi dell’Azienda Mondò (80% Merlot e 20% Cabernet Sauvignon).

Tornando nel mendrisiotto i vini della cantina Agriloro.

Simona Paparatto
Simona Paparatto
5 giorni fa
Reply to  Delo

Sassi Grossi e Trentasei sono ottimi e li consiglio anch’io! Degli altri conosco le aziende e mi riprometto di degustarli presto! Grazie 🙏

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy

2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x