Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

RoséPinkViniRosa

Marche rosato 2019 Luca Cimarelli

Pubblicato

il

Un vino in rosa che mi ricorda certe terze che tendono alla quarta…

Bella notizia sul fronte, sempre più vivace, dei vini rosa, rosati, rosé, italiani. La bella notizia è che al fronte delle regioni vinicole più vocate alla produzione di vini rosa di qualità, accanto alle zone tradizionali, ovvero Garda, Puglia, Abruzzo, e aggiungo io Etna, Toscana, Calabria, si sono aggiunte anche le Marche.

Ma come, direte voi, la patria dello sfolgorante Verdicchio dei Castelli di Jesi (e di Matelica), del Rosso Conero, del Lacrima di Morro d’Alba, e per me anche del Bianchello del Metauro, che quando è buono ha un suo perché, è anche terra di rosati? Eccome! Io lo scrivo da anni, prima sul Cucchiaio d’argento, sette anni fa, ad esempio qui e poi qui e su Lemillebolleblog.

Ora torno a dire che le meravigliose Marche sono terra anche di ottimi rosati dopo essermi “sparato” giù alcune sere fa una bottiglia, mangiando ovviamente, a casa e senza rischio di controlli del tasso alcolico, dell’ottimo Marche rosato , annata 2019, che da uve Montepulciano realizza da tempo un’azienda agricola di Staffolo che si è ritagliata uno spazio importante nel panorama affollato dei migliori Verdicchio dei Castelli di Jesi, grazie al suo cru Frà Moriale. Parlo dell’azienda Luca Cimarelli, (che produce anche un Rosso Piceno e, mi dicono, dell’ottimo olio extravergine d’oliva), da otto ettari vitati.

Di questo rosato goloso so poco e nulla, tranne che è buonissimo e sono al corrente solo di quello che si può leggere sul sito Internet aziendale e che è simpatico anche se avrebbe bisogno di un correttore di bozze:

“La vie en rose”, la vita è in rosa, citando una storica canzone d’oltralpe, nel cuore dell’Italia centrale precisamente nel comune di Staffolo la Vita o “Vite”è in rosa , nell’azienda vinicola Luca Cimarelli è nato un nuovo vino appunto “en rose” un rosato da uve Montepulciano creato oltre che per la passione di Luca per il vino, anche come omaggio simbolico alla “parte rosa” della sua azienda, sua mamma radici della famiglia e a sua sorella parte integrante dell’azienda stessa, lavoratrice a volte non sempre in primo piano ma solida colonna che tiene ben salde le redini aziendali e compensa il poliedrico e estroverso “artista” del vino qual è Luca.

Prodotto da una selezione di uve montepulciano raccolte precocemente per salvaguardare acidità e freschezza viene pigi diraspato e lasciato a contatto con le bucce per circa dodici ore a bassa temperatura e aggiunta di enzimi per estrarre la frazione aromatica e cromatica dalle bucce, dopo di che si effettua la pressatura e il solo mosto fiore dopo una chiarifica statica a freddo viene spillato e posto in serbatoi di acciaio inox dove effettuerà la fermentazione a temperatura controllata, quasi al termine della fermentazione si travasa il vino e lo si lascia sulle fecce fini per diversi mesi effettuando batonage settimanali. Messa in bottiglia e ulteriore affinamento per alcuni mesi.

Colore rosso rubino scarico, bellissimi riflessi rosati accesi al naso a sensazioni floreali di petalo di rosa e fruttate di ciliegia frutti di bosco e melograno, al gusto è fresco e morbido di buona struttura, lascia il palato pieno e pulito con ritorni fruttati intriganti. Ottimo come aperitivo o da abbinare ad antipasti di mare, affettati o all’immancabile pizza”.

Concordo su tutto, ma contesto al buon Luca Cimarelli i consigli di abbinamento: questo NON è un rosato da pizza, nemmeno ricca e guarnita, né tantomeno da aperitivo (ma dai!) bensì un rosato largo, pieno, succoso, che abbinerei ad una parmigiana di melanzane, a umidi di pesce con pomodoro, persino a quel meraviglioso tonno di coniglio che ho mangiato due settimane fa, due volte, lo adoro, nelle “mie” Langhe.

Un gran bel vino rosa: splendido colore corallo intenso-granatina-melograno (guardatelo che bello nel bicchiere), naso fitto, suadente, cremoso, con una dolcezza naturale di ciliegia e lampone e sfumature di erbe aromatiche.

Bocca larga piena succosa di notevole impegno ha allungo, polpa, ma coda lunga fresca e viva, calibrata morbidezza, ottima piacevolezza e bel nerbo acido che rende la beva contagiosa.

Insomma, un rosato bello sodo, come certe terze che tendono alla quarta. E non sto parlando di marce dell’auto, ma di… curve, quelle al posto giusto, che tanta gioia danno, in una “degustazione” visiva, olfattiva, gustativa e tattile, a noi maschietti… Almeno quelli della mia generazione.

Azienda Agricola Luca Cimarelli
Via S.Francesco, 1/A
60039 Staffolo AN
tel. 0731 779307 – 335 8397372
info@lucacimarelli.it
sito Internet http://www.lucacimarelli.it/

n.b.

non dimenticate di leggere anche Lemillebolleblog www.lemillebolleblog.it

Print Friendly, PDF & Email

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
2 Commenti

2 Commenti

  1. Antonietta Reina

    08/07/2020 at 15:26

    …ma coda lunga fresca e viva. Descrizione di un vino finalmente,con nuove parole e non le ho elencate tutte. Innovativo Ziliani. Complimenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy