Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Enovarie

Prima giornata in Langa

Pubblicato

il

Bilancio della mia prima giornata del ritorno nella sacra terra di Langa: tante lacrime come prevedevo e mille emozioni.

Sette ore in compagnia di uno scoppiettante e sempre geniale Oscar Farinetti assaggiando di tutto e di più insieme a suo figlio Andrea da Borgogno (anche l’ottimo Etna Rosso 2017 che producono a marchio Carranco) ed eccellenti tutti i nuovi vini assaggiati dalla botte – anche un Derthona Timorasso Scaldapulce 2019 che sarà grandissimo – e poi a cena a Fontanafredda, dove ci ha raggiunto il gattone Walter Massa, mangiando divinamente grazie alla regia di Piero Alciati, figlio dei mitici Lidia e Guido di Costigliole D’Asti, abbiamo bevuto, oltre ad super minerale Derthona Montecitorio 2012 di Walter, questo Barolo 1982 di Borgogno in forma spettacolare.

Ho come sempre apprezzato l’umanità di Oscar, il suo non tirarsela ed essere assolutamente alla mano nonostante sia mr.Eataly, non uno Ziliani qualsiasi, e la sua intelligenza visionaria. Il suo essere un grandissimo commerciante e imprenditore ma con cultura e interessi da umanista.

Solo quando si parla di politica e del suo amico Renzi allora rischiamo di litigare.. Poi ieri mi ha fatto la sorpresa di chiamare Monsù Angelo Gaia e dirgli che eravamo insieme.. E Angelo mi ha sorpreso ancora di più con espressioni di apprezzamento nei miei confronti che mi hanno lasciato senza fiato.

Inutile che gli amici ci provino, non sentiranno più da me una sola parola di critica all’uomo Oscar Farinetti. Bisogna conoscerlo questo “Berlusconi della sinistra”, questo mercante di utopie bere con lui Barolo, vedere come ha trasformato in un luogo vivo Fontanafredda, girare per le colline insieme, e se non si resta conquistati allora c’è da preoccuparsi… E ricorrere ad un medico, ma di quelli bravi!

Oggi sarò invece tra Monforte d’Alba (da Principiano e dai cari amici Marina e Elio Grasso) e Verduno, dal caro Fabio Alessandria, alias Comm.G.B.Burlotto, con cena all’Annunziata di La Morra all’osteria Veglio.

Che Bacco mi benedica e benedica la Langa e il Barolo!

 

Print Friendly, PDF & Email

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
2 Commenti

2 Commenti

  1. Marco

    25/06/2020 at 12:40

    be’ vendersi per vendersi, almeno hai bevuto bene

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy