Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Enovarie

Osa! Terre Siciliane Frappato rosato Igt 2018 Paolo Calì

Pubblicato

il

Bentornata alla nostra amica Francesca Tamburello, anni orsono eccellente e indimenticata delegata per Palermo di una nota associazione della sommellerie italiana, con una variazione quasi musicale dedicata ad un rosato di Frappato che Paolo Calì, “farmacista vignaiolo” come ama definirsi, produce nella propria tenuta di Vittoria in provincia di Ragusa. Buona lettura!

“L’Importante è non smettere mai di interrogarsi. La curiosità ha una precisa ragione per l’esistenza” Albert Einstein

Osa! Questo non è un vino tranquillo” Frappato Rosato dell’azienda agricola Paolo Calì. Questo originale incipit dell’etichetta apre alla conoscenza di  una tra le cultivar  più caratteriali del patrimonio varietale sud orientale  dell’isola: parliamo del Frappato. In questo vitigno, si preserva l’essenza dell’identificazione, quella riconoscibilità del territorio quale strada maestra per riaffermare le proprie origini e la propria storia.  Siamo al cospetto di vigneti con suoli  derivanti da dune marine preistoriche, con un costante stress idrico ed una particolare tipologia di sabbia, fattore decisivo per la sostanzialità del vino.

La lucentezza nel calice  prepara ad una carica cromatica intensa e cristallina, in cui è il rosa arancio-cerasuolo a  dominare imperiosamente, ricordando  il DNA dell’uva marcato così  da una  caratteristica esiguità del corredo antocianico  e da  modesti quantitativi dei polifenoli.

Si distinguono sensazioni olfattive, centrate su sentori di piccoli frutti rossi, ciliegia e pompelmo rosa,  con un fil rouge  netto, improntato ad una fragranza delicata. Il gusto saporoso è catturato dalla freschezza prolungata dei toni, che si dipanano in cenni sapidi e persistenti. 

Paolo Calì, con la sua storica  azienda di famiglia (15 ettari a 180 m.slm) nell’areale di Vittoria, intercetta le pulsioni della nuova vitivinicultura  siciliana, protesa ad una leggiadria nella forma e nella sostanza,  raramente riscontrata nelle produzioni siciliane di qualche tempo fa. “Osa!”  assume dunque  un valore paradigmatico, invita davvero ad osare, ad ascoltare il calore e l’anima del Frappato,  tratteggiandone una dinamica e personalissima interpretazione “in rosa”. E’ questo il fascino degli “autoctoni”, termine modaiolo sovente  abusato, ma che nel mondo del vino significa prepotentemente gusto dell’identità: in una parola essere stessi, senza dimenticare di coltivare anche  la curiosità…. 

Francesca Tamburello

n.b.

non dimenticate di leggere anche Lemillebolleblog www.lemillebolleblog.it

Print Friendly, PDF & Email

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy