Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Degustazioni

Selezione di famiglia 2017 Azienda Agricola G.Milazzo

Pubblicato

il

Dalla mia carissima amica Francesca Tamburello, anni orsono eccellente e indimenticata delegata per Palermo di una nota associazione della sommellerie, ricevo e molto volentieri pubblico questa nota su uno Chardonnay prodotto da un’azienda di Campobello di Licata nell’agrigentino, casa Milazzo, nota anche per i suoi metodo classico. Buona lettura e benvenuta ad una vera amica e appassionata dei vini di Trinacria.

“La qualità è come un onda. Quel lavoro di qualità che pensavi nessuno avrebbe notato, viene notato eccome, e chi lo vede si sente un pochino meglio: probabilmente trasferirà negli altri questa sua sensazione ed in questo modo la qualità continuerà a diffondersi.”

Robert Maynard Pirsig

Chardonnay siciliano nell’animo, il cru selezione di Casa Milazzo è ottenuto da diversi cloni di Chardonnay ed è in produzione dal 1995 in termini piuttosto contenuti di 8.088 bottiglie, rivelando sin dal suo incipit una dimensione stilistica interessante. La coltivazione avviene in regime di agricoltura biologica certificata, con una resa di 50 ettolitri ettaro, solo con lavorazioni manuali sulla pianta e vendemmia anch’essa manuale in piccole casse..

Seduce da subito per il colore: mix di calore e lucentezza intrinseca, mentre la percettibile consistenza nel calice chiude il cerchio del primo approccio.

Ho annusato la sua esuberanza senza mai stancarmi: ne cogli l’intensità espansiva ed i sentori dalle sfaccettature stratificate. Si susseguono note di boisé intrigante e frutto maturo, un quid di grafite e cenni di cedro candito, miscelandosi il tutto in una sintonia mai stucchevole, davvero imprevedibile in un bianco siciliano !

Il passaggio in barrique di ben 12 mesi lascia l’impronta di un certa percettibile grassezza e l’inclinazione ad un’evoluzione in fieri. La freschezza è piena, soddisfacente, ben calibrata con il tono alcolico.

La lunghezza del sorso rivela la versatilità del vitigno, attore estroso dalla forte personalità in grado di intervenire e suggellare una profonda interazione con il cibo.

What else se non che l’azienda Milazzo con la Selezione di Famiglia sottolinea con eleganza le sfumature territoriali, marnose e fortemente calcaree, dell’entroterra agrigentino in un vitigno per sua natura camaleontico e complesso come lo Chardonnay.

The last but not the least :

Nomen omen…L’ho condiviso in un momento intimo di riunione familiare post COVID ed il suo appeal ha esaltato il calore della serata!

Francesca Tamburello

n.b.

non dimenticate di leggere anche Lemillebolleblog www.lemillebolleblog.it

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy
IT Partner: Vanilla Innovations, Inc.