Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Enoriflessioni

Buttafuoco? Ecco quello che mi piace: non è oltrepadano ma siculo..

Pubblicato

il

Ho trovato finalmente il Buttafuoco che mi piace! Ne ho assaggiati diversi, anche se non in tempi recenti, ma quello che mi convince veramente e mi entusiasma non nasce nel rissoso e ingrato, nel pasticcione e confuso Oltrepò Pavese. Non è rappresentato da un Club composto da produttori che ora dicono di non sapere quello che accadeva nella Cantina di Canneto Pavese. Che se ne stavano beatamente, alcuni di loro, nel cosiddetto Distretto dei vini di qualità dell’Oltrepò Pavese, quello della Bonarda frizzante, presieduto dal genero dell’inquisito Rampini insieme alla stessa Cantina ora sotto inchiesta per i suoi traffici e le sue indegne sofisticazioni. E non dicevano nulla e quella compagnia garbava loro…

Il Buttafuoco che piace a me non è quello che tra dieci giorni a Milano organizzerà una degustazione cui ha invitato solamente i giornalai reggicoda che battono le mani a comando. E’ un Buttafuoco diverso, quello vero, quello cui dare fiducia.

E’ un Buttafuoco siculo, nato a Catania, è un grande intellettuale dissidente, un giornalista coraggioso, un grande scrittore, un uomo di Destra come me. Uno che la Mafia, di ogni tipo, la combatte. Uno che non ha paura.

E’ Pietrangelo Buttafuoco, di cui vale la pena leggere ogni riga che scrive, ovunque la scriva, e ascoltarlo ogni volta che interviene in televisione.

Questo il Buttafuoco che mi piace, che mi berrei tutti i giorni.. L’altro, lasciamo perdere…

Print Friendly, PDF & Email

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy