Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Indignazioni

Avvertimenti mafiosi dal Consorzio vini Oltrepò Pavese e mie risposte

Pubblicato

il

Letto questo articolo una persona che non nomino e che ha un ruolo di fondamentale importanza all’interno del Consorzio vini Oltrepò Pavese mi ha mandato via WhatsApp questo commento: “Fai come credi. Non credo che ci meritiamo tanto odio e astio. Ma se i tuoi amici ricchi dell’Oltrepò ti hanno ordinato di fare così…. vai avanti”.

Questi sono i personaggi che reggono le fila del Consorzio della più importante zona vinicola lombarda. Se il codardo scrivesse o affermasse pubblicamente queste falsità lo porterei in tribunale. Non lo farà perché é un verme e quindi posso solo coprirlo di ridicolo e di quella materia di cui é fatto…

Al viscido signore chiedo:

ma lei sa leggere?

chi sarebbero gli “amici ricchi” che mi “hanno ordinato di fare così”?

quali elementi, prove concrete, ha per affermare che io sarei guidato da qualcuno e che qualcuno mi ordini cosa scrivere?

Al personaggio in questione chiedo ancora:

con quali criteri sono stati scelti i vini che verranno presentati all’iniziativa del Consorzio a Copenaghen?

Chi li ha scelti e perché?

Perché mi insulta e su preciso mandato di chi?

Non si vergogna?

Al personaggio in questione che dopo che al telefono gli ho urlato quello che penso della sua squallida persona ha avuto il coraggio di scrivermi “La inviterò ad un nostro prossimo evento. Così potremo parlare del futuro dell’Oltrepò” ho risposto: “devo chiedere ai miei amici ricchi se posso, mi lasci il tempo di sentirli e di farmi dare le debite istruzioni visto che secondo lei sarei ai loro ordini… Se poi vuole farmi i loro nomi così so a chi chiedere. E magari mi dica lei chi le dà ordine di insultarmi. Io li conosco i loro nomi, due hanno lo stesso cognome e tutti producono i vini che lei porta a Copenaghen. Chi é il servo, io che sono libero e non ho mai preso un centesimo da nessuno e scrivo quello che voglio senza farmi dare le istruzioni da nessuno o lei che esegue gli ordini dei suoi padroni? A lei la risposta…”

Che brutta gentaglia è nella cabina di regia del Consorzio vini Oltrepò Pavese…

Print Friendly, PDF & Email

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
2 Commenti

2 Commenti

  1. Pingback: clark-E da settimana prossima #unbuonoltrepoalgiorno sui miei blog – My Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy