Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Indignazioni

Un modesto consiglio a Fabiano Giorgi boss del Distretto vini di qualità Oltrepò Pavese

Pubblicato

il

Caro Fabiano Giorgi, presidente del fu Distretto vini di qualità Oltrepò Pavese, quello che ha accolto la Cantina di Canneto Pavese accanto a produttori perbene che sapevano e tacevano, caro genero dell’inquisito Rampini, caro amico e socio di Gerry Scotti, caro titolare (così dovrebbe essere teoricamente) di un’azienda in Canneto Pavese, non a cento chilometri dai fattacci, proprio a Canneto Pavese, caro già membro del Consorzio Oltrepó Pavese, mi permetti di dirti una cosa?

Mi hanno raccontato quello che hai detto ieri, presenti l’Assessore all’Agricoltura della Regione Lombardia Rolfi e l’ ex ministro della Agricoltura e oggi senatore della Lega Gian Marco Centinaio e poi i vertici del Consorzio Oltrepó Pavese. Quello che ha deciso di costituirsi parte civile nel processo “relativo ai gravi fatti di Canneto Pavese”.

Mi hanno riferito più persone che ieri davanti a tanti che sono rimasti chi stupiti, chi nauseati dalla tua uscita, veramente fuor dal senno uscita, avresti detto che per risolvere i mille problemi, (la tua esistenza, il tuo agire e quello di tuo suocero compresi) del caro Oltrepò Pavese del vino, bisognerebbe mettere a tacere i social, la stampa che ha raccontato le porcate che tuo suocero e la Cantina di Canneto Pavese hanno combinato. E che tutti sapevate. Ma nessuno faceva niente, perché ognuno a modo suo ne traeva vantaggio.

Ti chiedo: vuoi mettere a tacere anche la stampa internazionale che comincia ad occuparsi del caso della mafia vinicola oltrepadana, come ha fatto The Drink Business e farà presto anche Decanter?

Vuoi fare il dittatorello da strapazzo che manda al confino o mette la museruola o altro a chi dissente, a chi canta fuori dal coro?

Bene, i casi sono due: ci sei o ci fai? O ti fai??? Se fosse così, ma lo escludo conoscendoti un po’, conoscendo la tua moralità, allora vergognati e ascolta il mio modesto consiglio: metti la testa (quello che ti resta) a posto oppure…

Print Friendly, PDF & Email

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
2 Commenti

2 Commenti

  1. Marcello Bacchetta

    28/01/2020 at 16:10

    Che dire, dopo il ” caro” un mare di insulti.Se uno parla così, deve a quantomeno avere prove certe di cio’ che afferma, diversamente, fossi il Giorgi, la porterei in tribunale.

    • Franco Ziliani

      28/01/2020 at 18:55

      egregio Signore, chiunque sia stato presente ieri alla performance del suo amico Giorgi testimonierà (almeno dieci persone l’hanno fatto al telefono parlandomi oggi) che quanto affermo corrisponde al vero. E c’é anche una registrazione audio che lo conferma. Quindi stia sereno e si stappi una bottiglia di vino della Cantina di Canneto Pavese. E’ il massimo che persone in malafede come lei possano meritarsi

  2. Pingback: clark-Farfalla Noir Collection Rosé Ballabio – My Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy