Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa
My Wine Notes

Enoriflessioni

Dormite pure rosatisti di C(o)asa nostra, che i francesi intanto spopolano…

Pubblicato

il

Le vendite dei rosé de Provence nel 2017 in rialzo del 35,4%

Voglio completare il discorso sul trend consolidato, altro che moda!, dei rosé o pink wines che furoreggia non solo in Francia, dove il consumo di vini rosati ha superato da anni quello dei bianchi, ma in UK, negli States e nel mondo, che ho abbozzato ieri in questo articolo, con un altro dato significativo.

L’ho trovato sul sito Internet specializzato francese Vitisphère, in questo articolo molto acuto, e sul quale conto di tornare, dove riferendosi al panorama dei rosé osservato nel corso di Vinisud a Montpellier (che c..o che abbiamo avuto, ora tutta la zona è preda di neve e ghiaccio, altro che le belle giornate del Salon…), si riferiscono le cifre presentate dalla Fédération des exportateurs de vins et spiritueux, secondo la quale “le spedizioni di vini della Provenza, nel 2017, hanno raggiunto quota 4,5 milioni di casse, con un rialzo del 35,4%. Una crescita che non è prossima a fermarsi, in particolare perché il consumo si destagionalizza sempre più”.

E noi che facciamo? Se qualcuno oggi volesse, gli pungesse curiosità, quante bottiglie di vini rosati prodotti in Italia siano state vendute nel corso del 2017 all’estero, che non risposte avrebbe?

Dormite pure rosatisti vari di casa nostra che intanto i vostri colleghi della Provence spopolano, crescono, temono addirittura di non avere nemmeno tutto il vino necessario per accontentare le richieste interne e internazionali… E, come ho scritto qui, spagnoli e portoghesi, affilano le armi della qualità e del marketing…

Non dimenticate di leggere anche

Lemillebolleblog http://www.lemillebolleblog.it/

e Franco Ziliani blog http://www.francoziliani.blog/

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy