Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Mon coeur mis a nu...

Auguri a tutti i Francesca e Francesco e in particolare ad uno

Pubblicato

il

Devo scusarmi con i quattro residui, tenaci ed eroici, direi quasi resistenti, lettori di questo e di Lemillebolleblog. Vi sto trascurando, lo so, ma in questo momento mi dedico più a vivere che a scrivere. Sto inanellando esperienze vinose straordinarie, sto bevendo bottiglie da urlo che chiederebbero solo di essere raccontate, ho trascorso tre giorni a Londra, per lavoro e non per gioco, che mi hanno regalato momenti di grande interesse e spunti di riflessione straordinari, ma, rimandando il tutto, se riesco, da domani in poi, ma, lo ripeto, in questi giorni la priorità è vivere, cercare di mettere assieme e dare loro un senso logico, una parvenza di progetto e di percorso da seguire, i pezzi della mia incasinatissima vita.

E nel quadro di questo continuo pensare, ordinare e rimettere in sesto e dare senso, che, senza volermi montare la testa, io sono solo un modesto giornalista e cronista del vino, lui è stato uno dei più grandi poeti del Novecento italiano, sento vicino al pensiero di un genio come Dino Campana e a suoi versi come questi

Fabbricare, fabbricare, fabbricare
Preferisco il rumore del mare
Che dice fabbricare fare disfare
Fare e disfare è tutto un lavorare
Ecco quello che so fare

oggi non posso che ricordarmi che è San Francesco, un santo immenso e rivoluzionario, una persona di cui sono orgoglioso di portare il nome, anche se pur essendo Francesco all’anagrafe ho sempre preferito farmi chiamare e firmare Franco.
E pensando ai tanti Francesco e Francesca incontrati nella mia lunga vita, (che i potenti Dei mi risparmino la sventura di avere a che fare con un tale Francesco, che in Vaticano si é messo in testa la folle idea di essere il papa, il peggiore della storia della Chiesa) voglio inviare gli auguri, oltre che all’amico Francesco Bonfio, past president Vinarius, a Francesca Camerano, langhetta e barolista ormai trasferita da anni a Dubai, dove è mamma di tre bellissimi bambini, e al grande Francesco Guccini, maestro di musica, arte, libertà, voglio fare idealmente gli auguri, ovunque lui sia in questo momento, ovunque sia volato, ad un Francesco speciale, che è sempre nel mio cuore, e che è stato un privilegio aver conosciuto, frequentato, e aver avuto, come era possibile esserlo con lui, come “amico”.
Penso a Francesco Arrigoni, che nomino spesso, cui penso sovente, che mi manca, come collega, il più bravo e serio di tutti, e come amico. A Franz oggi dedicherò una bottiglia di quelle che sarebbero piaciute a lui, e mando un ricordo grato e commosso e gli auguri sinceri per quello che è stato e come lo è stato e per aver onorato la difficilissima e spesso “sputtanata” professione di cronista e giornalista del cibo e del vino. Auguri Francesco, con una delle più belle canzoni di Lucio Battisti – Mogol

E con quest’altra canzone di Paolo Conte, che Francesco “Franz” amava tanto….

Attenzione!

Non dimenticate di leggere anche

Franco Ziliani blog http://www.francoziliani.blog

Lemillebolleblog http://www.lemillebolleblog.it/

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
7 Commenti

7 Commenti

  1. Silvana

    04/10/2017 at 12:03

    Grazie per i bellissimi versi di Campana; giusti giusti per ricordare uno che ho letto ma non conosciuto, quel pelorosso di Francesco Arrigoni, che ormai ci guarda solo da alcune comparsate in rete di chi lo pensa e ne ha conosciuto il lavoro.
    Mi pare che i Francesco e le Francesca siano una marea, e ben vengano … lui è anche il patrono d’Italia, non l’itaglietta che troppo spesso si incontra nel quotidiano, ma un’Italia pensata come luogo di cultura (niente sussieghi, però!) e di laboriosità.
    Un luogo dove il paesaggio è il risultato del lavoro di uomini intelligenti e creativi che si pensano nel loro terroir e spesso ci patiscono pure.
    Meraviglioso luogo di vini meravigliosi che proprio da quel lavoro sono venuti.
    Un pensiero alla famiglia di Arrigoni, che è stato un giornalista molto perbene.

    • franco ziliani

      04/10/2017 at 23:10

      Grazie Silvana. È un augurio anche alla tua Francesca, vignaiola esemplare e caratteraccio come quello di vari Francesca e Francesco che conosco e ho conosciuto

  2. Cristina

    04/10/2017 at 12:04

    mi unisco al ricordo di un grande amico, uomo schietto e appassionato, ritornando col pensiero ai bei momenti passati insieme con un buon bicchiere di Franciacorta e una fetta di salame super!

    • franco ziliani

      04/10/2017 at 23:08

      Grazie Cristina, il tuo ricordo mi commuove. È alzo il bicchiere anche al Franco più grande, il tuo straordinario babbo!

  3. Paolo Boldrini

    04/10/2017 at 14:51

    ….sono rimasto deluso….e io che pensavo ti riferissi al Capitano….! 😉

    • franco ziliani

      04/10/2017 at 23:07

      Capitano de che? D’a maggica?

  4. Mario Gagliardi

    05/10/2017 at 16:39

    Gentile Franco ,buongiorno . Un ricordo commosso anche da parte mia : mai dimenticato . Grazie .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy