Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Editoriali

Oggi le comiche: Pecchenino presidente del Consorzio Barolo Barbaresco?

Pubblicato

il


Un Consorzio che fu grande oggi alla deriva

Leggo su un comunicato stampa che mi é arrivato: “il presidente del Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani, Orlando Pecchenino”. Come????

Mi ero distratto un po’, sapevo che questo Consorzio era ridotto ai minimi termini, che nel mondo del Barolo regna una confusione sovrana, che i miei amici tradizionalisti si sono rotti le scatole di lottare contro i poteri forti del vino, ma non avrei mai immaginato che potesse diventare Presidente di un Consorzio che fu grande e ora é definitivamente diventato cosa triste, una persona che al mondo del Barolo é approdata da così poco. Troppo poco…

E che ci é arrivata dopo essersi “distinta”, se così si può dire, insieme ad altri, come dolcettista di Dogliani nella lettura più assurda e intollerabile del Dolcetto, il Dolcetto di Dogliani barricato, potente, legnoso, massiccio, concentrato o figlio del concentratore, imbevibile, negazione dell’idea stessa di bevibilità e piacevolezza del Dolcetto.

E ora costui, il Pecchenino, (qui sopra ritratto) che nel contempo si è comprato qualche ettaro di vigna nella zona del Barolo é diventato presidente della più prestigiosa Docg italiana? Questo nonostante sia finito sotto indagine da parte della Procura di Cuneo? E non per una bagatella ma per una cosa molto seria…

Ma siamo matti? Ma chi l’ha voluto, chi l’ha votato, perché il mondo del Barolo sano, che c’é ancora, non si é opposto a questa follia? Chi sono i responsabili di questa scelta allucinante? Il solito Monsù Gaja come gran burattinaio dietro le quinte? Pio Boffa, la Marchesi di Barolo, magari Martini e Terre da Vino o chi altro?

Un solo pensiero mi solleva: che i carissimi Baldo Cappellano, Bartolo Mascarello, Giovanni Conterno, Aldo Conterno, Giacinto Brovia, el cunt Paolo Cordero di Montezemolo, Renato Ratti, Elvio Cogno, ovvero le colonne portanti di una storia meravigliosa e unica, non siano qui ad assistere a tanto sfacelo e svaccamento.

Sono costernato, esterrefatto, senza parole.. Nauseato.

Stasera cambio programma: niente Champagne per celebrare la fine di un amore contrastato, ma Barolo. Alla sua massima essenza.
Mi stapperò un meraviglioso 1999 di un interprete sommo del più grande vino base Nebbiolo del mondo, parlo del Barolo riserva Vignolo 1999 di Cavallotto, e pregherò Bacco che salvi la Langa, le colline care a Pavese e Fenoglio, a Giovanni Arpino, quel mondo magico al quale ho dedicato tanti anni della mia vita di cronista del vino, dall’impazzimento totale, dalla perdita di identità, dallo stravolgimento…

Attenzione!

Non dimenticate di leggere anche

Lemillebolleblog

http://www.lemillebolleblog.it/

Print Friendly, PDF & Email

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
8 Commenti

8 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy