Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Appuntamenti

Grande Serata Barolo giovedì 16 aprile a Milano

Pubblicato

il


Di scena, per l’organizzazione di Onav, Mauro (Giuseppe) Mascarello king of Monprivato

Se amate il Barolo, quello vero, quello che non puzza di legno e di barrique, che non ha nulla a che fare con i cosiddetti “Barolo boys”, quello che è figlio della migliore tradizione, quello che nasce da fermentazioni lunghe, da affinamenti lunghi e meditati in botti grandi di rovere (di Slavonia), e per di più se amate, come me, i vini di Castiun Falat, di Castiglione Falletto e dintorni, centro della zona di produzione del Re dei vini, Monsù Barolo, allora non potete assolutamente perdervi, giovedì 16 aprile, ore 20.30 – 21 l’incontro, che si svolgerà presso il

StarHotel Ritz Milano
Via Lazzaro Spallanzani 40, Milano
fermata MM1 – P.ta Venezia

con “l’ultimo dei Mohicani”, il più tradizionalista dei tradizionalisti, con Monsù Monprivato, ovverosia con un uomo, vignaiolo e vinificatore eccelso, che se non ci fosse bisognerebbe inventarlo, con una persona stupenda, che mi onora della sua amicizia e che è il mio amico del cuore nel mondo barolesco. Parlo di Mauro Mascarello, figlio del celebre Gepin ( autore di vini sfolgoranti come questo 1961 che ci mise in ginocchio qualche anno fa nel mio ristorante del cuore, Da Felicin)  e titolare dell’azienda agricola Giuseppe Mascarello, con vigneti in Castiglione Falletto e Monforte d’Alba e cantina di vinificazione e affinamento in quel di Monchiero (vicino Dogliani) con la collaborazione della moglie Maria Teresa e dei figli Elena e Giuseppe.

Una famiglia simbolo della viticoltura di altissima qualità nella sacra terra di Langa, perché “I componenti della famiglia Giuseppe Mascarello si occupano di viticoltura da oltre un secolo e mezzo, dapprima come massari della marchesa Giulia Colbert Faletti di Barolo, nella conduzione della Cascina Manescotto in Comune di La Morra, quindi, verso la fine del 1800, in proprio”.

La famiglia Mascarello (qui sopra Mauro é in compagnia dei comuni amici Milena Vajra e Cesare Giaccone) ha in proprietà circa 15 ettari di vigneto tutti situati nella zona del Barolo e conta sul mitico vigneto Monprivato, posto nel comune di Castiglione Falletto, classico sorì della superficie di sei ettari posto in media collina, a 280 metri sul livello del mare, al centro della zona d’origine del Barolo. E’ un vigneto storico, come documentano antichi archivi catastali del 1666. Renato Ratti, grande studioso della storia della Langa albese, nel 1985 lo ha elencato tra gli undici vigneti storici di prima categoria della zona del Barolo.

E inoltre su porzioni di altri vigneti mito come Villero, Santo Stefano, posto in territorio di Monforte d’Alba in frazione Perno, e poi Bricco (da cui nasce uno dei Dolcetto d’Alba del mio cuore), Toetto, terra di una grande Freisa, Codana, terra di Barbera e Scudetto.

Bene, per quella sera Vito Intini, presidente di Onav, mi ha dato fiducia piena e mandato di concordare con Mauro Mascarello i vini che insieme, lui, con il mio modesto apporto, andremo a proporre all’attenzione e alla beatitudine dei presenti (esigo il tutto esaurito e code fuori imploranti di poter entrare anche solo per applaudire il Maestro del Barolo!) e questo sarà il menu della serata:
DolcettoMascarello1

Dolcetto d’Alba Bricco Mirasole 2013

Barbera d’Alba Santo Stefano 2010

Freisa Langhe 2011

Barolo Monprivato 2010

Barolo Villero 2010

Barolo Perno (S. Stefano) 2010

Per informazioni e iscrizioni (il prezzo di partecipazione non é proprio popolare, ma il gioco vale la candela, basta evitare di comprare due bottiglie di dubbio valore e tenere i soldini da parte per questa serata “evento” ed ecco recuperati i dané…) vi invito a contattare via mai Onav Milano milano@onav.it e per telefono due dei responsabili Onav Milano, ovvero

Luca Minicucci Tel. 334.6782043

e Renzo Riccò Tel.  334.6782042

Io quella serata non me la perderò per nessuna ragione al mondo, e voi?

__________________________________________________________________________

Attenzione!: non dimenticate di leggere anche Lemillebolleblog
http://www.lemillebolleblog.it/  e il Cucchiaio d’argento!

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

0 Commenti

  1. raffaele

    16/04/2015 at 15:12

    Ciao Franco,
    stasera sarà una grande serata non solo per il Barolo quello con la B maiuscola (da te tanto amato) ma anche del famoso DC.
    ciao e Buona serata

    • franco ziliani

      16/04/2015 at 17:24

      maronna Rafè, é tornata ‘a DC? Tornano Gava e Cirino Pomicino? Mi fanno meno schifo della classe politica, vecchia e pseudo nuova, di oggi…
      ti abbraccio, vedrai che stasera il tuo magnifico Drip Couture preparato per l’occasione farà bella mostra di sè 🙂 Grazie!

  2. raffaele

    16/04/2015 at 15:19

    Ciao Carissimo Franco,
    ho assistito ad una tua degustazione del Brunello di Montalcino ma quando parlavi di Barolo i tuoi occhi si illuminavono ed eri estasiato se fossi la tua lei sarei molto geloso…..ahahahahah

    ciao a presto

  3. Rita

    17/04/2015 at 14:09

    Grande serata Franco.. come sempre!
    Grazie per condividere queste esperienze con noi, fallo piu’ spesso!!

  4. Pingback: Cinque enoteche da non perdere dopo essere stati all’Expo: il progetto WineMI | Blog di Vino al Vino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy