Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa
My Wine Notes

Mon coeur mis a nu...

Uno speciale ricordo di Pino Mango, magica voce del Sud

Pubblicato

il

PinoMango

Ieri si sono svolti a Lagonegro, nel cuore di una Lucania in lutto, i funerali del grande cantante e musicista lucano Pino Mango e di Giovanni Mango, travolto dal dolore il giorno dopo la perdita del fratello. Ho già espresso, a botta calda, sulla mia pagina Twitter, il mio sincero cordoglio per la scomparsa non solo di un artista grande e sensibile, ma di un vero interprete, con la sua voce unica, del calore e del sentimento, davvero Mediterraneo come dice una sua splendida canzone, di quel Sud che tanto amo.

E così, per ricordare il grande musicista e autore di autentici capolavori della “musica leggera” italiana quali Oro, Lei verrà, Nella mia città, E mi basta il mare, Amore per te, Ti amo così, Io nascerò, Non moriremo mai…, mi piace pubblicare le riflessioni di una persona che, come me, ha amato Mango e che è rimasta turbata dalla sua scomparsa crudele e improvvisa, a soli 60 anni.

Una persona “speciale”, che ho sentito tante volte cantare, con la sua voce stupenda, i pezzi di Mango, e interpretarli con un autentico talento che le ho sempre riconosciuto. Questa persona è la mia ex moglie Eliana, grande appassionata di musica, che mi ha sopportato e supportato per oltre trent’anni e mi ha regalato Valentina, una figlia meravigliosa.

Queste le sue parole, inviate in un sms in ricordo di Mango, che faccio mie e che voglio condividere con voi…

“…hai ragione Franco, raffinato per Giuseppe (Pino) Mango è l’aggettivo perfetto. Perché lo era in tutte le sue canzoni rese uniche da una voce sublime… Dei veri gioielli!
La prima volta che l’ho sentita/o ad una delle ultime edizioni di “Un disco per l’estate” mentre interpretava Oro è stato subito amore. Non sono una dai facili innamoramenti…(!) soprattutto in campo musicale; il mio orecchio non è (e meno male) di “bocca buona”, ha bisogno di qualcosa di particolarmente bello per far sussultare le mie corde.
Da dove veniva quella meraviglia, perché la necessità di presentarsi ad una gara con una canzone che avrebbe sfondato comunque?! Da come sapeva interpretare, era indubbio non fosse un novellino, ma io non ne avevo mai sentito parlare…
Folgorata! La stessa cosa mi chiesi quando lo sentii a Sanremo con Lei verrà, brano che per bellezza se li mangiava tutti e che lui, solo lui penso, potesse rendere così.
Le sue canzoni vibravano e facevano vibrare: avvertivo il  calore del sole, la forza della terra, erano sensuali, quasi carnali, ma leggere come l’aria, una carezza per il cuore e i sensi. Magiche, in poche parole. Grazie davvero, Pino”.

Eliana Personeni

_____________________________________________________________________

Attenzione!: non dimenticate di leggere anche Lemillebolleblog
http://www.lemillebolleblog.it/  e il Cucchiaio d’argento!

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

0 Commenti

  1. Paolo Boldrini

    11/12/2014 at 12:31

    Sono sincero: non ho mai acquistato un disco di Mango, né sono mai andato ad un suo concerto. Ma ho sempre apprezzato la sua musica, giustamente definita “raffinata”…
    Franco, hai citato per prima la sua canzone che più mi ha colpito al primo ascolto, “Mediterraneo”.
    E mi ha fatto tornare in mente la quasi omonima e altrettanto stupenda “Mediterranea” della grande Giuni Russo…!

  2. Gunnar

    11/12/2014 at 15:26

    Io non lo so, purtroppo, per questo cantante che recentemente è morto sul posto.
    Che tipo di musica ha cantato?

  3. Andrea Pagliantini

    11/12/2014 at 19:20

    A me viene in mente la mia Rondine andata via…… fra non poche lacrime.

    https://www.youtube.com/watch?v=g9KZxLvNkFo

  4. Pierluigi Gorgoni

    11/12/2014 at 21:41

    Caro Franco,
    che belle le parole di Eliana, quanta sensibile commozione e partecipazione. Conosco poco Pino Mango, giusto le sue canzoni più girate in radio, una o due potrei canticchiarle. Belle: certo questo uomo aveva un talento ragguerdevole. Ho letto di quello che è accaduto. Mi dicono che su Youtube ci sono immagini riprese al suo ultimo concerto, gli ultimi istanti. Perchè? Perchè pubblicarle? Perchè mancare di rispetto ad un’anima immensamente vasta? Mi inchino, mi inginocchio, mi prostro, davanti ad un’anima tanto vasta che ha saputo scusarsi mentre partiva.

    • franco ziliani

      11/12/2014 at 22:11

      Grazie per le tue bellissime parole Pigi! Quanto ha fatto la stampa in morte di Mango e’ vomitevole, sozzo, immorale e schifoso. Mala tempora e mala stampa currunt

  5. Sante Laviola

    12/12/2014 at 22:52

    Non ho mai lasciato commenti sul tuo blog caro Franco (e neanche su altri, a dire il vero!), ma le parole così profonde della Signora Eliana, hanno ravvivato in me il recente sentimento di smarrimento e di dolore per la scomparsa di Pino Mango mentre cantava proprio nella mia città, Policoro. Ero incredulo quando ricevevo messaggi di amici e leggevo sui social quanto stava accadendo in quei pochi istanti al Pala Ercole. E poi, ancora più incredulo, quando leggevo della scomparsa del fratello, Giovanni. Momenti tristi e luttuosi che hanno travolto in pieno la mia serena terra natia! Da lucano e da policorese, vorrei esprime profonda gratitudine a te e alla Signora Eliana per le parole “pulite” e sincere che contrastano lo sciacallaggio di tutti quei video indecenti di cui è pieno il web! Mala tempora currunt… purtroppo è sempre più vero! Un abbraccio da Washington DC!

    • franco ziliani

      13/12/2014 at 01:08

      Grazie Sante, riferiro’ a Eliana… Cari saluti e sempre viva Mango e la Lucania!

  6. Laura

    14/12/2014 at 11:50

    bellissimo il commento della sua ex moglie. Scritto con un garbo e una delicatezza unici. Bravissima!
    Perché mai ce l’ha tenuta nascosta in questi anni? Ora ha il dovere morale, ed un regalo per noi lettori, di non lasciare che questo primo commento resti un episodio unico.
    La faccia scrivere e poi chissà…

    • franco ziliani

      14/12/2014 at 11:54

      Laura, grazie per le gentili parole rivolte al commento di Eliana. Quanto a “farla scrivere”, non dipende da me. Lei sa che questo é sarà sempre più un blog aperto e multicolore e se avrà tempo e voglia e ispirazione sarà sempre la benvenuta

  7. Carlo

    14/12/2014 at 11:52

    Franco devo complimentarmi con te (posso darti del tu?) per il bellissimo commento di Eliana.
    Davvero delizioso e scritto con una dolcezza e una tenerezza unici.
    Ecco perché vi siete separati: perché tu, “cattivo” come sei, non ti meritavi una donna tanto dolce così 🙂
    p.s.
    non prendertela, scherzavo (ma non troppo)

    • franco ziliani

      14/12/2014 at 11:56

      Carlo (ma ci conosciamo?) grazie per le gentili parole dedicate al ricordo manghiano della mia ex moglie.
      In effetti non hai poi tanto torto: sono stato un pessimo marito, lo so bene, e sicuramente non mi meritavo e non mi merito una donna così dolce cui auguro, libera da me, tutta la felicità che merita. Mi ha dato una figlia meravigliosa, ma caratteriale come i genitori, e gliene sarò sempre grato. Anche per tutti gli anni che, immeritatamente, mi ha dedicato… 🙁

  8. Luigi

    14/12/2014 at 14:53

    L’articolo e’ molto bello. Questo blog e’ stupendo a 360 gradi. Non solo vino!

    Prendendo spunto da alcuni post, mi viene da fare una battuta: Da cosa bolle in pentola ad… affari di famiglia!

    Sig. Ziliani, ma visto il clima di fine anno, perche’ non ci dice quali saranno i Vini che Le faranno compagnia? Mai pensato ad un saluto di fine anno in qualche enoteca con i suoi eno-lettori?

    • franco ziliani

      14/12/2014 at 15:07

      grazie Luigi, molto gentile.
      non ho mai pensato a quel tipo di iniziativa. Quanto al locale basterebbe una cabina telefonica, visto il numero esiguo di lettori che ho

  9. Pingback: Il mondo della musica ancora in lutto: é morto Pino Daniele | Blog di Vino al Vino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy