Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Enoriflessioni

Annunciata una nuova guida dei vini: la firmerà e coordinerà Daniele Cernilli

Pubblicato

il

Cernilliguida

Non riesco a vedere negativamente, da qualsiasi angolazione esamini la cosa, la notizia, trapelata da qualche tempo e confermata in questi giorni, che al già folto novero delle guide dei vini italiani, una quantità che potrebbe sembrare ampiamente esaustiva, a fine anno andrà ad aggiungersene una nuova. Anzi più d’una.

A quelle classiche, Vini d’Italia del Gambero rosso, Vini d’Italia dell’Espresso, alla guida Veronelli, e alle altre, Bibenda di Franco Ricci, Vini buoni d’Italia e varie ed eventuali minori, si sapeva già che si sarebbe andata ad aggiungere la nuova guida dell’Associazione Italiana Sommeliers, la cui nascita è stata pubblicamente annunciata dal suo presidente.

Ora si viene a sapere che di nuove guide ce ne sarà un’altra, e non una qualsiasi, ma una guida d’autore, visto che verrà firmata e coordinata da uno dei nomi più noti del giornalismo del vino italiano, l’ex co-direttore di Vini d’Italia edizione Gambero – Slow Food, Daniele Cernilli, direttore del sito Internet Doctor Wine.

Avanti un’altra (guida) verrebbe da esclamare, ma non mi sento affatto di scherzare o ironizzare su questa proliferazione senza fine di baedeker enologici, che testimonia da un lato l’esistenza, nonostante la crisi economica ed editoriale, di un mercato, piccolo o grande che sia non ho elementi per dirlo, e di un buon numero di appassionati di vino, di consumatori, che dello strumento guida dei vini, nonostante se ne sia detto e scritto peste e corna, continua a fidarsi ed affidarsi.

Da un punto di vista dell’offerta non posso che dire, evviva, più ce n’è meglio è, e più voci ci sono maggiore dovrebbe essere la democrazia ed il modo di raccontare il variopinto mondo del vino. Ed il fatto che ad occuparsi di una nuova guida sia anche una “vecchia volpe” di grande esperienza e professionalità come Cernilli, si dice per un editore di primario valore, costituisce un elemento positivo aggiuntivo.

Poi chi vivrà vedrà, e credo che il 2014 – 2015 darà la misura di chi potrà e saprà rimanere sul mercato, perché non credo che venendosi ad aggiungere altre due guide e una terza trovandosi senza la copertura dell’acquisto diretto da parte di un’associazione, ci possano essere spazio e consumatori per tutte. Le fette della torta aumentano, ma il formato della torta resta sempre lo stesso, non diventa più grande…

Sarà comunque divertente assistere al confronto tra Vini d’Italia del Gambero rosso e la guida di Slow Food e la nascente Guida essenziale ai vini d’Italia di Cernilli, confronto tra persone e forze che in passato, per lunghi anni, hanno strettamente collaborato e delineato un concetto di guida dei vini che credo Cernilli stesso ritenga superato e voglia proporre con una formula nuova.

A tutti i competitors un solo augurio: che vinca il migliore e che continuino ad esserci acquirenti (non mi riferisco ai produttori di vino…) per il loro lavoro.

Print Friendly, PDF & Email

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
27 Commenti

27 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy