Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa
My Wine Notes

Garantito... da me!

Garantito… da me! Taurasi Primum riserva 2006 Guastaferro

Pubblicato

il

E’ dall’estate scorsa, dai giorni (erano i primi di giugno) di Radici del Sud 2013, quando il millesimo 2007 della Riserva fu secondo classificato della giuria nazionale e primo classificato della giuria internazionale che mi ripromettevo di scrivere dei vini, base Aglianico, Taurasi e Irpinia, di Raffaele Guastaferro, dieci ettari di vigneti, alcuni anche vecchissimi, in quel di Taurasi, in contrada Piano dell’Angelo.

Azienda giovane, nata nel 2002 quando il giovane e intraprendente Raffaele si iscrisse alla facoltà di Agraria a Portici e progetto concretizzatosi nel 2007, dopo la costruzione di una cantina nel cuore della località irpina, e pensò di produrre vini di qualità nella terra del padre. Che per anni si era limitato, da viticoltore, a produrre uve conferite ad altre cantine.

Mi avevano colpito la simpatia umana e la fiducia nella qualità dei propri vini del mio giovane interlocutore e mi avevano sorpreso, anche in un assaggio à la volée, i suoi vini. Di sé mi aveva detto poco, che i vigneti sono storici, alcuni anche di 150 anni, su piede franco, posti su terreni di medio impasto argillosi con elementi calcarei, ben esposti a sud, che in cantina poteva contare sulla collaborazione di Carmine Valentino e che voleva ottenere vini che fossero l’espressione fedele di questo storico vitigno, già buoni da giovani, ma capaci di evolvere e durare nel tempo come è giusto accada ad un Aglianico, di Taurasi, degno di questo nome.

Vini dallo stile personale, lontani da una certa tendenza alla muscolarità e alla forte presenza di legno che ha investito, come una eno-iattura, anche la prestigiosa Docg campana. Vini importanti, per certi versi anche austeri e poco spettacolari, ma autentici.

BottiglievinoCucchiaio-Vinoalvino-nov2013 044

Un recente riassaggio di alcuni vini, di cui conto di scrivere più diffusamente presto, anche di un buon Greco di Tufo, denominato Cardinale, mi ha convinto di trovarmi di fronte ad una realtà produttiva di primario valore. Una di quelle che meritano, come già hanno fatto palati raffinati che operano in Campania, il sommelier Angelo di Costanzo ad esempio, di essere seguite e tenute in seria considerazione.

Molto buono il Taurasi 2008, dal naso carnoso, con tutto il carattere dell’Aglianico, con liquirizia in evidenza, grande finezza e polpa fruttata che richiama la prugna, e sostegno tannico importante ma non aggressivo, ma da un’annata definita “calda, capricciosa, eterogenea”, dove svariati produttori hanno scelto di non produrre riserva, ecco invece un Taurasi Primum riserva 2006 spettacolare, bilanciatissimo, fresco da non crederci nonostante i 15 gradi alcol dichiarati in contro etichetta. Un vino espressione dei vigneti più vecchi dell’azienda, ancora a piede franco.

Magnifica l’intensità di colore, un rubino violaceo intenso denso, grasso ma brillante e non lutulento, e naso molto fitto, compatto, pieno di energia, tutta prugna, liquirizia, mora di rovo, pepe, macchia mediterranea, di splendida finezza e mineralità, senza alcuna traccia di surmaturazione e di marmellata nonostante la gradazione.

Ancora meglio in bocca, dove il vino si distende largo e pieno, invadendo il palato con ricchezza di sapore e persistenza lunghissima, con un tannino presente, saldo ma non aggressivo e sorprendentemente vellutato, e con una freschezza, un sale, una coda lunga e viva e nervosa, energica, annuncio di una potenziale lunghissima durata nel tempo, che non ti saresti mai immaginato. Un Taurasi di livello superiore ed un’azienda della quale tornare molto presto a scrivere.

Cantine Guastaferro
via Gramsci 2
83030 Taurasi (AV)
tel. 0825 39244
e-mail: info@guastaferro.it
sito Internet www.guastaferro.it

_____________________________________________________________________

Attenzione!: non dimenticate di leggere anche Lemillebolleblog
http://www.lemillebolleblog.it/

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

0 Commenti

  1. Antonio Di Spirito

    30/12/2013 at 16:02

    Bellissimo articolo che condivido in ogni parola: nessuna superflua!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy