Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Indignazioni

Nei suoi Italian wine of the year Giacomino Suckling non dimentica i vecchi amici

Pubblicato

il

GiacominoSuckling

E’ una non notizia, anzi una banalità, qualcosa di lapalissiano sottolineare, con levità e sorridendo, che uno dei miti assoluti di questo blog, James “Giacomino” Suckling, l’ex european editor di Wine Spectator passato alla cronaca per le sue valutazioni comiche dei vini italiani e per il trattamento di favore nei confronti degli amici, continui, anche nell’attività che ha intrapreso dopo aver interrotto la collaborazione con la rivista statunitense, a comportarsi come ha sempre fatto.

E così, nella sua Top 10 della classifica dei Top 100 wines of the year, dopo aver dichiarato che My Italian Wine Of The Year is 2010 Marchesi Antinori Toscana Solaia, quali sono i vini italiani che ha inserito? Sempre i soliti noti, Il Tignanello 2010 di Antinori al n. 4, il Brunello di Montalcino Poggio alle Mura Riserva 2007 di Banfi al n. 6, il Turriga 2008 di Argiolas al n. 9, ed il Luce 2010 di Luce della Vite (Frescobaldi) al n. 10.
Oggicomiche

Questi i vini italiani che James Suckling, che il celebre critico ha scelto tra i suoi migliori assaggi dell’anno, tra i vini di tutto il mondo, tenendo conto, oltre che della valutazione qualitativa anche di altri parametri come la reperibilità, il prezzo e così via.
scherziaparte

Ci mancava solo che tra questi vini Giacomino inserisse altri suoi aficionados, come il Brunello di Montalcino di Fanti, cui assegnava 98/100 qualche anno prima dello scoppio di Brunellopoli, oppure il Brunello di Montalcino di Casanova di Neri, che arrivò a proclamare “best wine of the year” e poi ci troveremmo davvero su Scherzi a parte. Oggi le comiche? No, James Suckling.

_____________________________________________________________________

Attenzione!: non dimenticate di leggere anche Lemillebolleblog
http://www.lemillebolleblog.it/

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

0 Commenti

  1. Stefano Cinelli Colombini

    30/11/2013 at 11:17

    Rigoletto, atto terzo, scena sesta. Sparafucile; “Un ladro son forse, son forse un bandito? Qual altro cliente da me fu tradito? Mi paga quest’uomo, fedele m’avrà!”

  2. Pingback: Patetico: nel 2013 c’è ancora chi festeggia e comunica la presenza nei Top 100 di Wine Spectator | Blog di Vino al Vino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy