Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa
My Wine Notes

Ultimo minuto

Decanter cambia orario: ora finalmente la sera possiamo ascoltare Radio due Rai!

Pubblicato

il

FedeTinto

Buone notizie per gli appassionati della radio e specificatamente di quel bel canale che è Radio 2 Rai. Se vi piace ascoltare la radio mentre state per andare a tavola, e non avete voglia di subirvi banalità e discorsi a vanvera, sappiate che grazie al nuovo palinsesto entrato in funzione da settembre alle 19.50 potrete seguire Radio 2 Super Max con Max Giusti protagonista e a seguire, alle 20.30, Moby Dick.

Ma che fine ha fatto il programmino che da lunedì a venerdì costringeva un sacco di ascoltatori di Radio 2 a spegnere la radio o a passare alla concorrenza di qualche network privato?

DecanterRicci

Dicono le cronache che il “fortunatissimo” programma condotto da un duo di prezzemolini che solo una parte del mondo del vino italiano continua a prendere sul serio dando loro credito e invitandoli a condurre dibattiti, tavole rotonde, presentazioni, dove emerge inevitabilmente la loro scarsissima conoscenza del mondo del vino, del suo linguaggio e delle sue problematiche, sia stato spostato, dal 16 settembre, dal lunedì al venerdì dalle ore 13.00 alle ore 13.30 e non andrà più in onda al consueto orario serale, quando imperversavano con le loro eno-banalità, alle 19.55. Magari sarebbe il caso di aggiornare la pagina Web del loro programmino, che riporta ancora il vecchio orario…

E ora che non é più in auge e ha visto limitato a solo mezzora il proprio fare danni, radiofonicamente ed enoicamente parlando, cosa farà il trascurabile duo? Lo troveremo ancora tra i piedi in tante, troppe, occasioni dove di vino si dovrebbe parlare seriamente senza banalizzarlo o tornerà all’anonimato da cui é venuto?

______________________________________________________________________

Attenzione!: non dimenticate di leggere anche Lemillebolleblog
http://www.lemillebolleblog.it/

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

0 Commenti

  1. Federico

    17/09/2013 at 18:17

    Egr. Dott. Franco Ziliani, vedo con dispiacere che è disinformato! Prima di scrivere (inutili cazzate) il bravo giornalista dovrebbe verificare, leggere, studiare, prepararsi… ma di seri giornalisti si sente sempre di più la mancanza.
    Non le dirò io cosa farà la sua detestata coppia, le lascio il privilegio di scoprirlo per farsi rodere il fegato ancora un po!

    con simpatia
    Fede

  2. Tanninome

    17/09/2013 at 18:36

    Condivido pienamente il suo pensiero dr. Ziliani. Ho avuto modo di incrociare i personaggi in questione al Vinòforum di Roma… .
    La “fortuna” a mio parere è dovuta alla collaborazione dei docenti AIS di Roma che per un giorno alla settimana hanno alzato il livello qualitativo della trasmissione con i loro corsi di avvicinamento al mondo del vino senza pretese, quelle pretese di cui, invece, si sono impossessati i conduttori senza poterselo permettere.
    Azzeccatissima inoltre la fotografia, dalla quale eliminerei la bravissima Daniela Scrobogna che in fase di competenza e degustazione sa il fatto suo.
    A presto,
    Francesco

    • franco ziliani

      17/09/2013 at 19:55

      uno dei due petulanti prezzemolini di Decanter mi aveva mandato un commento. Però, visto che l’interlocutore ha preferito insultare, dimostrando il suo stile ed il suo livello di maleducazione, pari forse alla sua scarsa conoscenza del vino, il suo commento ha avuto la fine che meritava: cestinato

  3. Lorenzo

    19/09/2013 at 12:48

    concordo con Lei, e quando dice: “costringeva un sacco di ascoltatori di Radio 2 a spegnere la radio o a passare alla concorrenza di qualche network privato”… bè, io sono un ascoltatore che puntualmente preferiva spegnere la radio…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy