Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa
My Wine Notes

Degustazioni

Vinellando 2013: the winner is…. Morellino di Scansano Heba Fattoria di Magliano

Pubblicato

il

Elba-Magliano 034

FOR THE ENGLISH VERSION CLICK HERE

L’avevo scritto, qui, alcuni giorni fa, che sarei tornato nel cuore della Maremma del Morellino, a Magliano in Toscana, per l’edizione 2013 della manifestazione Vinellando meritoriamente organizzata dal Comune, ancora con la sorprendente assenza, tra i sostenitori, accanto a Regione Toscana, Provincia e Camera di Commercio di Grosseto, Strada del vino e dei sapori Colli di Maremma, del Consorzio del Morellino di Scansano, che continuo a non capire perché non sostenga iniziative come queste.

Questa mattina una giuria formata da giornalisti, ristoratori ed enotecari, sommelier AIS (tra loro vecchie conoscenze come Cristiano Cini, membro della Giunta Esecutiva Nazionale e Responsabile Nazionale dell’Area Concorsi, nonché Luigi Pizzolato, delegato della Val d’Elsa e vice presidente A.I.S. Toscana), giornalisti come Guido Fiorini caporedattore del quotidiano Il Tirreno, nonché alcuni produttori, ha assaggiato rigorosamente alla cieca, anonimizzati con la massima cura dal notaio Bruno Gaudieri, 17 campioni dell’annata 2011. La scheda di degustazione prevedeva una valutazione dell’aspetto visivo, olfattivo e gustativo di ogni vino e la valutazione della sua “tipicità”.

L’assaggio, che ho avuto il piacere di coordinare come presidente della giuria, ha posto in evidenza, come già tutti sapevamo, l’eterogeneità stilistica dei vini degustati, le differenti impostazioni, varianti da una lettura del Morellino di Scansano come vino fruttato, succoso, gustoso, di pronta beva, espressione del Sangiovese di questa splendida zona calda della Toscana, non lontana dal mare, ad altre più ambiziose e impegnative come cru o vino da moderato invecchiamento.

Vini affinati esclusivamente in acciaio, oppure passati in legno di differenti dimensioni, vini dove la componente tannica è levigata e arrotondata per lasciare dominare da protagonista il frutto e vini dove il tannino si fa sentire e in alcuni casi “morde”. Vini totalmente o quasi base Sangiovese e vini dove, come prevede il disciplinare, può essere presente sino al 15% di altre varietà di vitigni a bacca nera: Alicante, Ciliegiolo, Colorino, Malvasia Nera, Canaiolo, Montepulciano, Merlot, Syrah, Cabernet Franc e Cabernet Sauvignon.

Nella nostra degustazione abbiamo scrupolosamente valutato tutti i 17 vini e poi in base al punteggio raggiunto in questa prima fase (valutazione in centesimi) abbiamo provveduto a riassaggiare, sempre in totale forma anonima, i cinque vini che avevano ottenuto i punteggi più elevati.

Al momento in cui scrivo ignoriamo, la busta con i risultati verrà aperta stasera alle 20.45, chi sia il vincitore. Posso solo dire, senza rivelare alcun segreto, che i cinque vini che abbiamo mandato in finale e dai quali verrà espresso il vincitore dell’edizione 2013 di Vinellando sono i seguenti, in rigoroso numero di ordine di servizio nel corso della tornata finale di assaggi:

Morellino di Scansano 2011 Podere 414 di Simone Castelli
Morellino di Scansano Montecivoli 2011 di Montecivoli
Morellino di Scansano San Giuseppe 2011 di Fattoria Mantellassi
Morellino di Scansano Heba 2011 della Fattoria di Magliano
Morellino di Scansano Tore del Moro 2011 dell’azienda Santa Lucia

Alla presenza del Sindaco di Magliano Giampiero Tofanelli sono stati resi noti stasera i risultati di Vinellando 2013:

Vincitore del premio “Morellino più tipico”
Morellino di Scansano San Giuseppe 2011 di Fattoria Mantellassi

Terzo classificato
Morellino di Scansano Tore del Moro 2011 dell’azienda Santa Lucia

Secondo classificato
Morellino di Scansano 2011 Podere 414 di Simone Castelli

Primo classificato e vincitore dell’edizione 2013 di Vinellando
Morellino di Scansano Heba 2011 della Fattoria di Magliano

______________________________________________________________________

Attenzione!: non dimenticate di leggere anche Lemillebolleblog
http://www.lemillebolleblog.it/

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

0 Commenti

  1. Angelo Cantù

    28/08/2013 at 12:43

    Non vorrei passare per integralista, ma vedere che il premio per la “tipicità” è stato assegnato ad un vino che conosce barrique e Cabernet Sauvignon (v. sito aziendale) mi lascia un po’ perplesso. Forse non è chiaro cosa veramente voglia essere il Morellino di Scansano.

    • franco ziliani

      28/08/2013 at 14:59

      nel contenitore “Morellino di Scansano” c’é un po’ di tutto. Vini figli del Sangiovese, vini dove, come nel caso dell’ottimo vino vincitore, c’é una piccola aggiunta del 5% di Syrah usata per vivacizzare i profumi, e vini dove il contributo del 15% di altre uve consentito dal disciplinare si fa sentire. Non ho presente se nel vino vincitore del premio per la “tipicità” ci fossero uve internazionali, resta il fatto che si trattava di un vino ben fatto e piacevole proposto da un’azienda storica dell’area del Morellino

  2. Pingback: the winner is…. Morellino di Scansano Heba Fattoria di Magliano | Lea & Sandeman

  3. Pingback: Incredibile ma vero: un grande Vermentino prodotto nelle terre del Morellino di Scansano | Blog di Vino al Vino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy