Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Garantito... da me!

Garantito… da me! Colli orientali del Friuli Malvasia Myò 2011 Zorzettig

Pubblicato

il

FOR THE ENGLISH VERSION CLICK HERE

Dopo aver scritto di recente, nello spazio dedicato ai vini bianchi che curo sull’ottimo portale Il Cucchiaio d’argento, della loro Ribolla gialla, torno ad occuparmi della produzione della casa vinicola Zorzettig, che produce vino da generazioni a Spessa di Cividale, nel cuore dei Colli Orientali del Friuli.
Lo faccio occupandomi di un bianco, molto ben riuscito, creato da Giuseppe Zorzettig, ma direi soprattutto dalla figlia Annalisa con il fratello Alessandro, alcuni anni fa non solo per incrementare la gamma, già ampia, dei vini friulani prodotti, ma per sottolineare ed enfatizzare con una linea denominata Myò (termine ladino), la specificità ed il carattere di terroir particolarmente vocato di una serie di vigneti selezionati posti in territorio di Spessa e nelle immediate vicinanze.
Si tratta di una selezione di vigna fatta scegliendo le vigne più vecchie e quelle che, anno per anno, sembrano in grado di dare i risultati migliori per complessità e personalità dei vini. Attualmente la selezione prevede Pinot bianco, Pinot grigio, Sauvignon, Ribolla gialla, Friulano, Pignolo, Refosco dal Peduncolo rosso, ed il vino che ho scelto, espressione di un vigneto che viene dichiarato essere superiore ai 70 anni d’età, la Malvasia.
Come lo definiscono i produttori, “Myò è un concetto che parte da lontano e nasce dall’amore per i valori autentici. Nella terra sono le nostre radici e la nostra è una terra privilegiata da una natura particolarmente benevola che ha dato a questi colli la semplicità e la ricchezza irripetibile di essere l’ambiente ideale per il vino, tutto questo è Myò, tutto questo è la nostra cultura da proteggere. L’orgoglio della nostra terra di Spessa”.
MyoMalvasia-1

Espressione di un vitigno, la Malvasia Istriana, arrivato nei Colli Orientali del Friuli intorno al 1300, quando l’area di Spessa era territorio del capitanato della Serenissima di Gradisca, per iniziativa di alcuni mercanti veneziani, posto su un terreno a marne e arenarie di origine eocenica, che è situato nella frazione di Ipplis nel comune di Premariacco, il vino, che si avvale di una bellissima etichetta che caratterizza tutta la linea, una semplice soluzione grafica che consiste in una conchiglia posta all’interno di un bicchiere rovesciato, ha una produzione, vista l’età del vigneto, naturalmente bassa, inferiore a 60 quintali per ettaro, e prevede una vinificazione classica che si completa con la permanenza del vino sulle fecce nobili fino a marzo con batonnage settimanali. Degustata nei giorni scorsi, l’annata 2011 si presenta in perfetta forma, giallo paglierino scarico con riflessi che virano al verdolino, un naso molto delicato ed elegante, con trionfo di frutta e fiori bianchi, fiori d’arancio, pesca noce, mandorla ed un leggera speziatura che richiama la noce moscata.

MyoMalvasia2

In bocca il vino è molto vivo, nervoso, caratterizzato da un bel nervo salato che dà lunghezza e dinamismo al bicchiere, dotato di una componente fruttata molto soave, delicata, rotonda al punto giusto, con grande equilibrio e compostezza. Una carezza sapida sul palato, una buona freschezza, una perfetta corrispondenza naso-bocca, per un vino, lungo e persistente, che si fa bere davvero molto bene.

Zorzettig – Vigneti Myo
Via Strada S. Anna, 37 Spessa
Cividale del Friuli Udine
tel. 0432.716156
fax 0432.716292
e-mail info@vignetimyo.com
sito Internet www.vignetimyo.it

______________________________________________________________________

Attenzione!: non dimenticate di leggere anche Lemillebolleblog
http://www.lemillebolleblog.it/

Print Friendly, PDF & Email

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Borgogna Mon Amour
8 anni fa

degustato di recente: confermo pedissequamente l’inappuntabile descrizione del sig. Ziliani. Sapidità davvero intrigante.

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy

1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x