Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa
My Wine Notes

Enovarie

Arrivederci amata Puglia…

Pubblicato

il

Un veloce saluto, qui da questo splendido Melograno, al termine della mia, ahimé troppo breve, settimana pugliese, una delle più belle, emozionanti, indimenticabili settimane della mia vita, talmente ricca di suggestioni, di ricordi, di incontri, di situazioni giuste e vere e intense, che mi riuscirà davvero difficile raccontarla.
Sono stati, quelli nel nord Puglia, tra Orsara (dove ho conosciuto la genialità e l’energia di Peppe Zullo, cuoco straordinario e uomo coraggioso),  Lucera (dagli amici carissimi Marika e Sergio, della Tenuta La Marchesa), San Severo (per le bollicine nobili di D’Arapri) e poi quelli, qui a Monopoli da dove scrivo in attesa di prendere un aereo che vorrei non partisse mai , giorni che mi hanno fatto capire ancora più chiaramente come sia legato a questa terra speciale, a questa gente.
Nei prossimi giorni cercherò di relazionarvi sull’andamento di Radici, Festival dei vitigni autoctoni, ancora una volta perfettamente organizzato dagli amici fraterni Nicola Campanile ed Enzo Scivetti, sui tanti vini degustati, sul clima bellissimo che si é creato tra noi degustatori, noi giornalisti italiani e stranieri, e tra gli esperti (ristoratori ed enotecari e sommelier) pugliesi.
Una vera festa, il modo migliore di onorare il vino, con allegria, voglia di vivere, felicità di condividere momenti speciali con gli altri.
Perché abbiamo una vita sola e non viverla al meglio, cogliendo l’attimo, gustando ogni momento e cogliendo da ogni momento il suo gusto speciale, sarebbe un delitto, un’assurdità.
Arrivederci a presto, adorata terra di Puglia, ti porterò nel cuore, aspettando il momento di poterti nuovamente abbracciare….

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

0 Commenti

  1. Vignadelmar

    09/06/2010 at 11:45

    E’ vero, ci siamo divertiti un sacco e contemporaneamente abbiamo fatto un buon lavoro, un lavoro serio.
    .
    In attesa di leggere le tue valutazioni, ti saluto.
    .
    Ciao

  2. beniamino d'agostino

    09/06/2010 at 14:00

    e noi ti aspettiamo presto come sempre a braccia spalancate fratello!

    • Franco Ziliani

      10/06/2010 at 00:30

      grazie carissimo Beniamino! Un saluto affettuoso a te, tuo fratello e a tutti gli amici di Gravina, con cui é stato un vero piacere trovarci sabato sera

  3. Pingback: Arrivederci amata Puglia… | Trentinoweb

  4. beniamino d'agostino

    10/06/2010 at 00:35

    la prossima volta però dormi qui da noi in quello splendido posto dove ha dormito Lucianone senza bestemmiare per la mancanza di rete 😉

    • Franco Ziliani

      10/06/2010 at 12:49

      é salutare ogni tanto scollegarsi, dimenticare Internet e sapere che il telefonino non prende…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy