Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa
My Wine Notes

Enovarie

Vamos a Madrid! Concurso Internacional de Vinos Bacchus 2010

Pubblicato

il

Cosa ne dite signori di questo ambientino ritratto nelle foto che illustrano questo post? Davvero niente male, non trovate?
Bene, da venerdì 12 a martedì 16, sarà questo, in Alcalà 15, nel pieno centro di quella città meravigliosa che è Madrid, lo scenario che accoglierà la nona edizione di Bacchus, Concurso Internacional de Vinos organizzato dall’Union Española de Catadores.
Qui, nello splendido Casino de Madrid, che proprio nel 2010 celebra il primo secolo di storia, degustatori de todo el mundo, tra cui il vostro “Don Quixote”, che a Bacchus torna per la terza volta, si troveranno a degustare e giudicare, per decidere se assegnare loro le “medallas del Gran Bacchus de Oro, Bacchus de Oro y Bacchus de Plata” qualcosa come un migliaio di vini provenienti da Italia, Francia, Germania, Argentina, oppure Bulgaria, Turchia, Cipro, Slovacchia, Brasile o Israele, per citare solo alcuni dei Paesi che presenteranno in concorso le loro produzioni.

Una grande occasione per vedere che aria tira, quali gli orientamenti stilistici, le tendenze, nel sempre più variegato mondo del vino mondiale e per incontrare vecchi e nuovi amici, giornalisti e anche qualche wine blogger, ma anche tecnici, degustatori, professori universitari, ricercatori, che ho già incontrato nelle precedenti edizioni di Bacchus e che sicuramente ritroverò quest’anno.

E poi, lo confesso, uno dei motivi più forti che mi hanno spinto ad accettare l’invito degli organizzatori e del presidente della U.E.C., l’amico Fernando Gurucharri Jaque, la magia infinita, la vitalità, il fascino, l’energia di una città ogni volta sorprendente e bellissima come Madrid, dove sarà bello, anche questa volta, regalarsi qualche ora, dimenticando vini e dintorni, da wanderer, per visitare nuovamente il Museo del Prado e quelli Thyssen-Bornemisza o Reina Sofia, o girovagare per il Mercado de San Miguel o cogliere, nel tempo libero lasciato dalle degustazioni, dalle tapas e dai momenti conviviali, le tantissime opportunità offerte – vedete qui – da questo posto davvero a misura di turista.
Sto arrivando Madrid e que viva la vida!
N.B. Voi comunque continuate a seguire il blog, dove troverete sempre nuovi post da me già programmati per l’uscita nei prossimi giorni

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

0 Commenti

  1. giorgio

    12/03/2010 at 09:49

    non e’ che va a Madrid per vedere il campo della finale di Champions sperando di arrivarci ?

    • Franco Ziliani

      12/03/2010 at 09:52

      vamos a ver! Cominciamo a comportarci bene martedì a Londra, poi, chissà… Noi una chance da giocare l’abbiamo ancora, mica come la seconda squadra di Milano (come si chiama?)…

  2. jury

    12/03/2010 at 09:50

    Accidenti che splendore, con tutta quella luce in quel palazzo scintillante mi sa che ci vorranno gli occhiali da sole 🙂

  3. Filippo Parmigiani

    12/03/2010 at 10:24

    ciao Franco, so quanto ti pesi questa trasferta, ma il lavoro è lavoro!
    Buone bevute
    Filippo

    • Franco Ziliani

      12/03/2010 at 10:32

      la vida es sueno, diceva Calderon de la Barca… Andiamo a sognare… Pensatemi, in queste mattine, quando sarò impegnato a degustare chissà quale stranezze enologiche provenienti da chissà quale remota nuova terra del vino…

  4. jury Borgianni

    12/03/2010 at 14:03

    Povero Franco, sempre nei nostri cuori, a degustare una miriade di prodotti e a conoscere un sacco di persone nuove in un palazzo scintillante, in una città bellissima.
    Ti terremo nel cuori puoi starne certo quando dalla nebbia padana ci alzeremo per andare a lavorare.
    Hasta luego!!

  5. Roby

    12/03/2010 at 16:22

    magari incontri mou con i dirigenti del real…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy