Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa
My Wine Notes

Enovarie

Cruasé Rap by Briscola

Pubblicato

il

Devo confessare di essere proprio ammirato per la fantasia di cui il “Faraone”, al secolo Carlo Alberto Panont, megadirettore del Consorzio tutela Vini Oltrepò Pavese, ha dato prova inventando dal nulla e tirando fuori dal suo speciale “cappello del mago”, il Cruasé.
Come, non conoscete il Cruasé “purissimo rosé”? Non sapete forse che stiamo parlando della “griffe dello spumante naturalmente rosa da Pinot nero”, delle “bollicine rosa metodo classico” che “seducono i big” sfidando “il mercato delle feste”, del “primo rosé naturale, un crudo esclusivamente da uve a bacca rossa, pinot nero, di classe Docg”, del “marchio collettivo registrato dal Consorzio”, dal potere magico, visto che “crea unità d’intenti”?
Niente paura, se ignorate cosa significhi tecnicamente questa “parola macedonia formata dalla fusione tra “cru” (selezione) e “rosé” con l’interposizione di una “a” che fa da congiunzione”, come viene definita sul sito Internet del Consorzio e se vi sfugge “il percorso per arrivare al nome del nuovo prodotto simbolo dell’Oltrepò Pavese” che “ha dato modo di riappropriarsi di un pezzo importante di storia locale”, visto che “Cruà era l’antico nome del vitigno/vino per eccellenza prodotto in Oltrepò Pavese, a cavallo del 1700”, non siete i soli.
Nonostante il prodigarsi del “faraone” Panont sono in molti a chiedersi ancora che cosa sia il Cruasé e cosa voglia fare da grande. E se lo chiede anche, in questo rap un po’ alla buona, molto Bonarda (possibilmente non style: ma che fine ha fatto?) e salame, la nostra amica Briscola, che avendo letto che in un recente articolo sull’Extra Brut Rosé di Bruno Giacosa citavo il Cruasé, mi ha mandato questo suo, come al solito originalissimo, contributo, un Cruasé rap.
Aspettandomi di ricevere, prima o poi, anche una mazurca del Brunello o una marcia funebre del Talento, non posso che augurarvi, con un sorriso (perché sul vino si può e si deve anche scherzare, no?) buona lettura…

Cruasé rap

Questo è il Cruasé rap, Questo è il Cruasé rap
Il Cruasé cos’è? Il Cruasé cos’è?
Ehi fratello, che t’ho visto coltivare una vigna e un filare
Su colline verdeggianti. Acini brillanti… diamanti!
Corre il tempo, va veloce, dalla vigna alla cantina… atroce!
Passan gli anni, in varie mosse, sopra un lievito che cresce. E’ nutrimento.
Tu mi dici: ma dove sono stato? Perché non l’ho trovato?
C’era stato un prima fino a questo istante, ma nel mio futuro le strade sono tante.
Portano lontano su per le colline, dentro le cascine, fino alle vetrine.
Questo è il Cruasé rap, Questo è il Cruasé rap
Il Cruasé cos’è? Il Cruasé cos’è?
Dentro la tua anima scorre un puro siero.
E’ Pinot nero, è Pinot nero.
E ’l’anima della collina che vedi da Milano e sembra lì ed è lontano.
Come tutti i sogni ti sembra di toccarla, perché nei sogni non c’è fra me e te dell’aria.
Ma la realtà è una cosa ben diversa, ehi fratello, la strada non l’hai persa.
Devi passare il fiume e andare verso il mare, cerca un orizzonte ancora da scoprire.
Passato il fiume ecco a te di fronte il sogno che cercavi, il sogno grande.
E puoi percorrerlo come fosse tuo, perché ogni sogno non è di nessuno!
Questo è il Cruasé rap, Questo è il Cruasé rap
Il Cruasé cos’è? Il Cruasé cos’è?
Nasce dal nero e diventa rosa, Ehi fratello, questo è il segreto di ogni cosa:
non c’è un senso che dia la distinzione: siamo tutti figli di uno stesso colore.
Ma non è facile arrivare alla fine, al di là del confine,
c’è sempre un altro muro da scavalcare e se non hai le ali… non potrai volare!
E’ qui che si confonde il gusto e il senso, nelle bollicine di un rosa non intenso,
un rosa che non puoi paragonare a nessun altro, perché questo è un sogno… non dimenticarlo!
E forse un rap non basterà a darti l’emozione
Di un Cruasé da bere a Natale o a Capodanno nel Veglione…

Many kisses by Briscola

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

0 Commenti

  1. silvana

    17/12/2009 at 16:59

    Franco come ti permetti: “mazurka”?! Semmai “paso doble”. Complimenti a Briscola, me lo sto già canterellando.

  2. Luciano

    17/12/2009 at 17:41

    Straordinario questo Cruasé Rap di Briscola.
    Rischia di essere, involontariamente, la promotion più intelligente e divertente che sia stata fatta di questo spumante.

    • Franco Ziliani

      17/12/2009 at 18:04

      difatti credo che la nostra amata Briscola, sotto sotto, volesse in qualche modo se non promuovere richiamare la nostra attenzione sul Cruasé. E penso proprio ci sia riuscita…

  3. Briscola

    17/12/2009 at 18:08

    Diritti riservati, neh? Anche rovesci 🙂
    Kisses Kisses!
    Brisky
    P.S.: non involontariamente, Luciano, non involontariamente… guarda che le cose tendenzialmente belle (e buone) ispirano cose, magari non sempre belle, però buone almeno nell’intenzione. Nella notte santa, il cuore esulta d’amor… E’ Natale ancor! Anche a Marte!

  4. Luciano

    17/12/2009 at 19:24

    D’accordo, missione compiuta: per le prossime imminenti Festività (sic!), stapperò anche una bottiglia di Cruasè per brindare alla salute dell’arguzia di Briscola. Promis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy