Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa
My Wine Notes

Appuntamenti

Piacere Barbaresco 2009 a Treiso, Barbaresco, Neive

Pubblicato

il

Io purtroppo non potrò esserci, impegnato altrove, a Melfi in provincia di Potenza, per l’Aglianica Wine Festival (qui il programma generale disponibile sul sito Internet della manifestazione) che si svolgerà nella nobile città dell’Apulia, circonvallata da mura di pietra, celebre per salubrità dell’aria” come amava definirla Federico II, dal 4 al 6 settembre.
Ma a chiunque non sarà, come me, in giro a condurre singolari degustazioni comparative tra Aglianico del Vulture e Rosso Conero (a Melfi il 6 settembre) consiglio caldamente di non perdersi la terza edizione, che sulla carta si annuncia più interessante e meglio organizzata (non sarebbe difficile del resto) delle due precedenti, di “Piacere, Barbaresco”, che si svolgerà dal 4 al 7 settembre a Treiso e dintorni, intendendo con dintorni gli altri due paesi della zona di produzione dell’altro grandissimo vino base Nebbiolo di Langa. Promossa ed organizzata dall’Enoteca Regionale del Barbaresco, la rassegna propone di essere un’occasione da non perdere per chi vuole conoscere meglio il Barbaresco, incontrare i produttori, visitare il territorio, camminare le vigne e le colline e degustare oltre un centinaio di vini delle ultime due annate (2005 e 2006).
Sul sito dell’Enoteca Regionale (www.enotecadelbarbaresco.it) trovate tutti i dettagli utili ed il programma dettagliato, giorno per giorno, di quello che accadrà, con le navette che porteranno gli appassionati e i degustatori in giro per il territorio con tappe e fermate programmate a Neive, Barbaresco e San Rocco Seno d’Elvio, le varie iniziative, i momenti di degustazione, quelli conviviali.
Tutto prenderà avvio venerdì 4 settembre 2009, alle ore 18,30 a Treiso, nella ristrutturata Chiesa dei Battuti, dove sarà presentato in modo ufficiale il “Club Piacere Barbaresco”, ideato e avviato nella primavera di quest’anno. E poi seguiranno cene a tema in ristoranti stellati e non, il “Gran Galà del Barbaresco”, ovvero una serata con Barbaresco di annate storiche e di produttori prestigiosi, il “tour dei Crus del Barbaresco”, la presentazione del Calendario 2010 “Immagini dal Barbaresco”, la presentazione della ristampa anastatica del piccolo libro che Domizio Cavazza dedicò nel 1908 a “Barbaresco e i suoi vini”.

E poi la “Cena della Vendemmia 2009”, la “Marenda sinoira in piazza”, le visite guidate ai vigneti e ai centri storici del Barbaresco. Gli organizzatori, tra cui alcuni produttori molto amici e perbene, assicurano che ““Piacere, Barbaresco” sarà una manifestazione “democratica” e “aperta”, nel senso che sarà rivolta a tutti gli appassionati del Barbaresco, siano essi operatori professionali o giornalisti o semplici consumatori finali.
Spero tanto, anche se non potrò vederlo de visu (quest’anno a differenza dallo scorso anno mi avevano invitato, ma quando avevo già preso impegni in Basilicata per Aglianica), che le cose vadano così, perché il Barbaresco merita una manifestazione seria, all’altezza del suo blasone.
Per informazioni: Enoteca Regionale del Barbaresco: Tel.0173/635251 e-mailSul sito Internet ulteriori dettagli.

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

0 Commenti

  1. Luca "ovello" Cravanzola

    01/09/2009 at 17:40

    Piccola curiosità che merita, secondo me, di essere pubblicata…
    Durante la manifestazione “Piacere Barbaresco” verrà presentata la ristampa del piccolo libro scritto nel 1907 dall’ immenso (a dir poco) Domizio Cavazza, padre indiscusso del Barbaresco, dal nome: “Barbaresco e i suoi vini”.
    Nella pagina finale di quel libricino (ino non certo per contenuto ma proprio per dimensione fisica…una trentina di pagine)venivano descritte le modalità ed i modi di acquisto dei vini della Cantina Sociale di Barbaresco.
    Ma quello che volevo riportare qui su questo blog e che Domizio Cavazza chiude la sua pubblicazione con una frase, che trascrivo tal quale, che dovrebbe essere tuttora la “stella polare” di chi il vino lo compra e lo rivende:
    “”Non chiedete campioni.-Chi vuole gustare il vino Barbaresco,invece di chiedere il solito campioncino, acquisti una piccola damigiana da 10 o 25 litri dell’ annata che gli preme assaggiare: ovvero una cassetta di bottiglie di diverse annate. Solo in tal modo potrà acquistare più esatta conoscenza di questo vino.”””
    Era il 1907…

  2. Hampers

    02/09/2009 at 06:59

    Your blog is interesting. It was nice going through your blog. Keep it up the good work. Cheers 🙂

  3. GIORGIO

    11/09/2009 at 09:35

    Sono stato sabato scorso a Piacere Barbaresco.Ho avuto modo di assaggiare ottimi vini ma soprattutto di conoscerne altri di piccole cantine molto interessanti.
    Una iniziativa importante per chi viene da lontano ( Trieste) senza dover visitare le innumerevoli cantine della zona ( cosa che comunque faccio nei miei viaggi in Langa )
    Giorgio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy