Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa
My Wine Notes

Degustazioni

Serata Barbaresco a Trento

Pubblicato

il

Trascorsa la pausa natalizia che dopo tanto girare mi ha consentito di restare un po’ a casa, ho ripreso la mia attività di wine globe trotter, che in febbraio mi vedrà impegnato tra Como, Brescia, la Toscana, e dopo la bella serata in Valtellina, di cui ho già raccontato (leggete qui), sono particolarmente felice di tornare a parlare dei vini che più amo, quelli che vedono protagonista il Nebbiolo, con una Serata Barbaresco che si svolgerà venerdì 23 a Trento.
E’ la prima volta che salgo a Trento, città che ho più volte visitato e che trovo deliziosa, per condurre una degustazione in collaborazione con la delegazione locale dell’Associazione Italiana Sommelier,  e sono stato ben lieto di cogliere l’invito di Mariano Francesconi che con i suoi collaboratori tanto si applica per promuovere la cultura del vino e della sommellerie nella città di Cesare Battisti, Alcide De Gasperi e Francesca Neri e capitale del TrentoDoc, tanto più che l’argomento proposto, come a Brescia il prossimo 6 febbraio, sarà il Barbaresco.
Così venerdì sera, alle 20.30, nella cornice del Palazzo Trautmannsdorf di via Suffragio, posto proprio di fronte allo storico Castello del Buonconsiglio, cercherò di dare il mio contributo, da ambasciatore del Nebbiolo, ad un’ancora maggiore conoscenza di questo altro grandissimo rosso di Langa, proponendo, in attesa che siano presentati i vini della eccellente annata 2006, in commercio tra qualche tempo, otto vini, sette di annata 2005 e uno del 2003.
Vini di piccole, ma assolutamente rappresentative e affidabilissime aziende agricole che onorano il Barbaresco, la sua eleganza, la sua robusta, ma più delicata di quella del Barolo, trama tannica, e la ricchezza di aromi raffinati ed eleganti, intriganti nelle migliori espressioni, che rendono questo vino splendido.
I vini in degustazione, figli di alcuni dei più vocati cru di Barbaresco, Treiso e Neive, saranno:
Rizzi Barbaresco Boito 2005
Cascina Luisin Barbaresco Rabajà 2005
Cortese Barbaresco Rabajà 2005
Cascina delle Rose Barbaresco Rio Sordo 2005
Barale Barbaresco Serra Boella 2005
Castello di Verduno Barbaresco 2005
Fratelli Giacosa Barbaresco Basarin Vigna Gian Matè 2005
Marchesi di Gresy Barbaresco Camp Gros 2003.
Niente male come scelta, no?
Per informazioni e prenotazioni rivolgersi all’A.I.S. Trentino tel. 348.1486308 e-mail
Cari amici trentini, c’è vita e grandi vini oltre al Teroldego e al Marzemino, venite a scoprirlo!

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

0 Commenti

  1. Anselmo

    21/01/2009 at 18:25

    Buonasera Franco è davvero una bella scelta di vini peccato che io sia via da casa Venerdì se no sarei venuto volentieri a bere un buon bicchiere. A presto

  2. paolo

    22/01/2009 at 12:15

    Sciùr Franco, intanto che commenta i vini con l’AIS trentino, si faccia spiegare che fine ha fatto la manifestazione Dulcenda di Castel Toblino che dopo una prima edizione è caduta nel dimenticatoio. Era l’unica occasione per radunare i produttori di passiti, da allora non c’è più nulla…

  3. Sabrina

    22/01/2009 at 15:33

    Benvenuto Franco, sono davvero felice che torni in città!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy