Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa
My Wine Notes

Appuntamenti

All’Enoteca Regionale dell’Emilia Romagna il Master del Sangiovese 2008

Pubblicato

il

Il 25 novembre a Dozza (Bo) il più importante Concorso enologico nazionale riservato al Sangiovese

 

La Romagna è terra di vino e soprattutto di Sangiovese. Ecco allora che per rispettare la propria vocazione e per promuovere il territorio e questo importante vitigno, anche per il 2008 il Consorzio Vini di Romagna, l’Associazione Italiana Sommelier e l’Enoteca Regionale Emilia Romagna, con il patrocinio del Comune di Dozza, organizzano l’ottava edizione del “Trofeo Consorzio Vini di Romagna – Master del Sangiovese“.
L’appuntamento, riservato ai sommelier dell’A.I.S., è fissato per martedì 25 novembre. Ad ospitare il Concorso enologico nazionale sarà la Rocca di Dozza, sulle colline bolognesi, sede dell’Enoteca Regionale dell’Emilia Romagna.
In questo 2008 saranno una ventina i sommelier che parteciperanno al concorso, in rappresentanza di molte regioni d’Italia: Trentino Alto Adige, Toscana, Lombardia, Campania, Molise, Friuli Venezia Giulia, Abruzzo. Ben rappresentata l’Emilia Romagna con 6 partecipanti provenienti dalle province di Ravenna, Bologna e Ferrara.
Il programma della giornata prevede una mattinata riservata ai concorrenti: dalle ore 9 alle ore 10 la registrazione dei candidati, alle ore 11 lo svolgimento delle selettive prove scritte.
Alle ore 16 il Master entra nella sua parte finale, alla quale potrà partecipare anche il pubblico
per assistere da spettatore alle coinvolgenti prove pratiche che dovranno sostenere i quattro migliori sommelier della mattinata.
Per fregiarsi del titolo di Master del Sangiovese i candidati dovranno affrontare diverse prove per manifestare le proprie conoscenze in merito al Sangiovese, uno dei vini e dei vitigni principi della viticoltura italiana. Le conoscenze richieste ai sommelier saranno molteplici tra le quali: storia, coltura della vite e vinificazione del vitigno Sangiovese; vitigni, terreno e clima del vitigno in Italia e nel Mondo; legislazione del vitigno e zone del Sangiovese di Romagna D.O.C.; analisi organolettica e abbinamento cibo-vino.
Inoltre, i sommelier finalisti  si cimenteranno anche nella degustazione di tre vini Sangiovese con riconoscimento, nell’abbinamento dei vini Sangiovese ad un menù, nella correzione di una carta dei vini di Sangiovese, nell’accoglienza e presa delle ordinazioni, nel servizio e decantazione di un vino.
A valutare e giudicare i partecipanti al concorso ci sarà una giuria esperta e qualificata composta da: Terenzio Medri, Presidente Nazionale A.I.S., Roberto Gardini, Responsabile Concorsi A.I.S., Giordano Zinzani, nella duplice veste di Presidente Consorzio Vini di Romagna e di Presidente Sezione Romagna Assoenologi, Gian Alfonso Roda, Presidente dell’Enoteca Regionale Emilia Romagna, Gian Carlo Mondini, Presidente Sezione A.I.S. Romagna, Ivano Antonini, vincitore dell’edizione 2007 del Master, Franco Ziliani, esperto giornalista enogastronomico.
Questo il testo del comunicato stampa.
Io devo solo aggiungere che avendo avuto l’onore di essere chiamato a far parte della giuria non mancherò di dar conto dello svolgimento della manifestazione e di seguirla nelle sue fasi, compatibilmente al mio impegno di “giurato”, su questo blog, e di raccontare l’impegno dei candidati nelle semifinali e dei quattro sommelier che accederanno alla finale.
E poi dicono che il Sangiovese non sia un vitigno così popolare: ma come, se gli dedicano addirittura un Master!

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

0 Commenti

  1. andrea gori

    21/11/2008 at 10:01

    noooooooooooooooooooooooo
    uffa l’unica edizione in cui NON partecipo sei in giuria! sai la soddisfazione tripla a vincere sotto un giurato così esigente…;-)
    fatti ri-invitare anche il prossimo anno, ok?

  2. Pingback: MySobry » Blog Archive » E’ tempo di master: I campioni si sfidano su Nebbiolo e Sangiovese

  3. Ivano Antonini-EnoCentrico

    21/11/2008 at 23:00

    Andrea, perchè eri già sicuro di vincere???? 😉

  4. andrea gori

    25/11/2008 at 12:05

    si ivano, troppo facile! 😉

  5. davide staffa

    28/11/2008 at 23:19

    Volevo ringraziare tutti gli amici sommelier partecipanti al master …perchè la cosa più bella di tutte è passare una giornata in vostra compagnia.

  6. Franco Ziliani

    28/11/2008 at 23:29

    E la cosa bella é che con l’intervento di Davide Staffa sono ora intervenuti tutti i finalisti, dimostrando quale spirito positivo, di sano confronto, di giusta rivalità, ma di rispetto, ci sia stato nel Master Sangiovese 2008: complimenti a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy