Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa
My Wine Notes

Enovarie

Back from Torino e Langa

Pubblicato

il

Ho un sacco di cose da raccontare sulle due fittissime intense giornate di ieri e di oggi trascorse tra Torino e la Langa del Barolo e del Barbaresco. Incontri sorprendenti e autentiche rivelazioni, grandissimi vini degustati (ne cito solo alcuni: Barolo Borgogno 1982, Barbaresco Rabajà 1989 e 1999 e altre annate Castello di Verduno, Barolo Monvigliero 1988 Castello di Verduno), amici ritrovati, cose buone gustate. Soprattutto, però, il mio nuovo forte, intenso, caldo abbraccio, con la terra del vino del mio cuore, con quella Langa che ogni volta mi regala quelle emozioni che nessun’altra zona vinicola mi sa dare.
Comincerò a raccontare domani, per ora, dopo queste brevi parole, poco più di una didascalia, una fotografia scattata questa mattina verso le 8 dalla camera dove ho dormito a Monforte d’Alba. Come fotografo sono solo un dilettante, ma spero ugualmente di riuscire in qualche modo a ridarvi l’atmosfera di quel sogno, di quell’amore chiamato Langa…

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

0 Commenti

  1. Carlo Zaccaria

    08/02/2008 at 09:43

    Altro che dilettante, è una gran bella foto. E’ una vista da sogno.

  2. Franco Ziliani

    08/02/2008 at 10:24

    macché Carlo, fotografo della mutua e macchina fotografica da dilettanti allo sbaraglio. E’ solo la Langa del Barolo (e del Barbaresco) che é un sogno. Un sogno che mi piace sognare e che ogni tanto, come mercoledì pomeriggio e ieri, diventa realtà. E mi riempie la vita. Nell’attesa di riabbracciarla. La Langa…

  3. antonella

    08/02/2008 at 13:55

    è davvero un’immagine molto bella e porta con sé il “suono” dell’onirico.
    Antonella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy