Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa
My Wine Notes

Degustazioni

Chianti Rufina: quando il Chianti va…”in montagna”

Pubblicato

il

Interessantissima doppia occasione di confronto, venerdì e sabato, in Toscana, per gli appassionati, quorum ego, del più settentrionale e “nordico” dei Chianti, il Chianti Rufina, un Chianti così elegante e vivo, nelle sue migliori espressioni, da sembrare quasi un vino… di montagna. Sabato 17, alle 11 per la stampa e poi dalle 16 alle 19 per il pubblico degli appassionati, presentazione in anteprima dell’annata 2006 del vino, nonché della Riserva 2005 presso la Villa Poggioreale di Rufina. Venerdì 16, invece, riservata alla stampa (e mi dispiace per i semplici appassionati, che non potranno condividere un piacere limitato a noi “cronisti del vino”, a partire dalle ore 16 un’imperdibile, almeno per me, degustazione di vecchie annate, degli anni Sessanta, Settanta e Ottanta (provati Chianti Rufina anche di 50 anni e più rimasti in splendida forma, ancora vivi e godibilissimi).
Un modo esemplare, ben organizzato da un Consorzio che con la nuova presidenza di Giovanni Busi sembra voler fare le cose per bene, per rendere omaggio alla grandezza, alla biodiversità, al carattere tipicamente territoriale, ad un modo del tutto personale di esprimersi del Sangiovese, dell’ottimo Chianti Rufina!

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

0 Commenti

  1. andrea gori

    15/11/2007 at 12:57

    occhio ai miei amici di selvapiana con il bucerchiale (che già conoscerai) e, tra gli esordienti o quasi, Lorenzo Mariani de I Veroni, salutamelo che non lo becco mai! Se porta il vinsanto provalo ma anche i rossi Rufina sono ottimi.
    Poi Grignano, Spalletti,…ma in genere è difficile cascare male alla Rufina

  2. Carlo

    15/11/2007 at 17:03

    speriamo che la zona del Chianti Rufina venga rispettata e non sconciata da un indegno progetto di mega inceneritore!

  3. Roberto Giuliani

    15/11/2007 at 17:10

    Questa è la prima volta che siamo tutti e tre, tu, io e Alessandro!

  4. andrea gori

    15/11/2007 at 17:28

    …e allora l’inceneritore lo aprono sul serio…:-)

  5. Leonardo Romanelli

    15/11/2007 at 18:37

    ragazzi, ci sono anche io, mi sa che ci divertiremop molto!

  6. Stefano Tesi

    16/11/2007 at 02:00

    Vabbè, confesso: ci sono anch’io. Chi manca?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy