Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa
My Wine Notes

Appuntamenti

Save the date: nove incontri sul Nebbiolo da non perdere

Pubblicato

il

Vivete a Roma e dintorni, volete trascorrere con profitto bene sei serate, siete convinti che la “maggica”, (parlo dell’uva Nebbiolo, cosa pensate, mica della Roma…) sia l’uva di riferimento e per antonomasia, quella in grado di regalarvi le più grandi emozioni enoiche?
Allora non perdete tempo, mettete allegramente a bilancio alla voce “uscite” 250 euro (ben spesi, molto meglio che buttarli per cinque bottiglie dei tanti vini fasulli e presunti grandi che appestano carte dei vini ed enoteche), e telefonando allo 06 8550941 o inviando una e-mail iscrivetevi, senza esitazioni e con entusiasmo al Corso sul Nebbiolo: comune per comune in viaggio nelle Langhe del Barolo e del Barbaresco, in Alto Piemonte e in Valtellina, che si terrà, a partire da martedì 9 ottobre per nove martedì ( 9 ottobre – 30 ottobre – 4 dicembre – 15 gennaio 2008 – 26 febbraio – 11 marzo – 22 aprile – 20 maggio – 17 giugno) presso l’Hotel Parco dei Principi di via Frescobaldi 5, sede di quella fucina d’iniziative uniche in Italia per intensità, assiduità e qualità della proposta, (se penso a quello che l’A.I.S. organizza, invece, in qualche altra grande città, qui al Nord, mi viene da piangere…) che è A.I.S. Roma.
Docente, ma direi piuttosto appassionata, competente, intelligente guida in questo viaggio nel Nebbiolo nelle sue zone d’elezione sarà l’ottimo Armando Castagno, sommelier e firma di spicco di Bibenda, che per due ore e mezza, proponendo sei etichette ad ogni incontro, guiderà i “nebbiolofan” in un viaggio meraviglioso attraverso terroir, microclimi, modalità di espressione, sfumature aromatiche, qualità dei tannini, caratteri e sapori diversi, partendo dai Barbaresco di Barbaresco, seguiti da quelli di Treiso e Neive, per approdare ai Barolo dei diversi comuni simbolo della denominazione, Barolo, Monforte d’Alba, La Morra, Castiglione Falletto, Verduno, Serralunga d’Alba, per poi chiudere con la leggera e raffinata stilistica dei Nebbiolo di montagna dell’Alto Piemonte e della Valtellina.
Abitassi a Roma e non a Bergamo sarei lì, in prima fila, ad ascoltare Armando, a vivere insieme a lui e ai partecipanti a questo magnifico corso la leggenda e le mirabilie di “monsù Nebbiolo”…

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

0 Commenti

  1. andrea gori

    18/09/2007 at 10:24

    mi metto anche io tra i rosiconi che non potranno esserci! ho sentito Armando solo una volta ma mi ha contagiato subito su barolo e nebbioli “vari”
    ma perchè tutte le cose più belle ais succedono SOLO a Roma?!?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy