Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa
My Wine Notes

Appuntamenti

Vini naturali e cucina dell’orto al Povero Diavolo di Torriana

Pubblicato

il

Martedì 8 maggio nuovo appuntamento di assoluto richiamo presso l’accogliente Locanda – Ristorante del Povero Diavolo a Torriana sulle colline che sovrastano Rimini.
In questa occasione per iniziativa degli instancabili Stefania e Fausto si celebrerà a cena il Matrimonio Particolare tra la cucina dell’orto, ovvero i prodotti dell’ortolano torrianese Franco Celli, ed i vini naturali, biodinamici, del vignaiolo veneto Angiolino Maule, produttore in quel di Gambellara in provincia di Vicenza e portabandiera e animatore del gruppo di Vin Natur che organizza la fortunata rassegna di Villa Favorita.
Un matrimonio particolare, all’insegna della natura e di un rapporto con la terra che prevede il non interventismo, la spontaneità, il rispetto dei cicli naturali.
Maule è il portavoce di una filosofia di vigneron, italiani ed esteri “accomunati nel produrre vino dalla filosofia del “pieno rispetto del territorio, della vite e dei cicli naturali, limitando attraverso la sperimentazione, l’utilizzo di agenti invasivi e tossici di natura chimica e tecnologica in genere, dapprima in vigna e successivamente in cantina.”
Celli proporrà invece i prodotti d’eccellenza del suo orto, i piselli, le fave fresche, le fresche insalatine primaverili, abbinati a prodotti spontanei quali gli asparagi di bosco, l’ortica, i fiori d’acacia, al naturale ed in tempura.
La serata prevede questi piatti:
salame matto all’acacia con fiori d’acacia fritti;
insalata d’asparagi di bosco, petto di pollo affumicato e senape al miele;
bocconcini di mortadella, fave e tartufo nero;
il grande raviolo d’ortica, uovo e burro nocciola;
ossobuco di vitelli con piselli;
zaleti (pasticcini veneti a base di mais, uvetta e frutta fresca).
A questi piatti saranno abbinati i seguenti vini: Sassaia 2006 (Garganega 80% Trebbiano 20%)
Pico 1997 (Garganega in purezza)
Tocai rosso 2005 (Grenache)
Recioto 2003 (Garganega appassita)
Il costo di partecipazione è di 65 euro.
Il menu della “cucina dell’orto di Franco” rimarrà in degustazione sino al 15 maggio.
Per informazioni e prenotazioni: tel. 0541 675060 e-mail sito Internet

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy