Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa
My Wine Notes

Blogosfera

Il Consorzio del Soave approda anche sul blog

Pubblicato

il

Sorprendente e positiva notizia dalla blogosfera. Il Consorzio tutela Vino Soave (ovvero il Consorzio che si occupa delle sorti del Soave Doc e Docg e del Recioto di Soave Docg) ha deciso di approdare al blog, di dotarsi di un proprio blog, Soave.Blog. Lo fa, con intelligenza, per “commentare e raccontare tutto ciò che ci circonda”, in forma di diario on line “in cui raccontare la vita di un Consorzio e di chi ci lavora, in cui poter comunicare tutte le nostre iniziative e le nostre esperienze”. Il blog sarà condotto dal “team del Soave con il compito di mettere in rete tutte le attività, le idee e i pensieri del Consorzio”.

Insomma, più chiaro e comunicativo di così, cosa volete ? Bravi, bene, bis !
Di fronte all’apertura di questo blog una riflessione parte spontanea. Cari amici del Consorzio del Soave, caro direttore Aldo Lorenzoni, perché non provate a contagiare con il vostro spirito di dialogo, di comunicazione, di apertura all’esterno qualche noto Consorzio lombardo con il quale ultimamente ho, diciamo così, "dialogato"? Un Consorzio che non si sa bene, a tutt’oggi, se abbia oppure no un nuovo direttore (dopo anni di vacatio), che non comunica nulla, o solo quello che garba al suo Presidente, e che se scrivi qualcosa che non gli è gradito, fa partire subito un “editto bulgaro” tentando di scomunicarti, di isolarti, di stendere un “cordone sanitario” attorno a te, e invitando i soci ad adeguarsi, liquidando quanto hai scritto come “
pesanti affermazioni (oppure provocazioni)”.

Che differenza tra questi Consorzi: da un lato, a Soave, la trasparenza, la glasnost, la “perestroika” della comunicazione con l’esterno, dall’altro lato, nel nord della Lombardia, il freddo, burocratico linguaggio da Politburo e da Soviet Supremo del Comitato Centrale del Pcus. Ma i tempi degli Stalin, dei Breznev, degli Andropov padri della patria e padroni non erano finiti ?  

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

0 Commenti

  1. Tommaso Farina

    20/03/2007 at 13:32

    Ma proprio blogspot dovevano scegliere?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy