Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa
My Wine Notes

In taberna quando sumus...

Antica Fattoria del Grottaione a Montenero d’Orcia

Pubblicato

il

Se vi trovate nella zona di Montalcino, per mangiare veramente bene (oltre che Al Giglio e all’Osteria Le Potazzine nel borgo storico, oppure in ottime trattorie come Il Leccio ed Il Pozzo spostandovi a Sant’Angelo in Colle vedi qui per informazioni), in un locale dove l’attenzione al vino é notevole e dove gastronomia ed enologia marciano di pari passo, vi consiglio di fare qualche chilometro, una ventina circa, e scesi a sud, dopo essere transitati per Sant’Angelo stazione ed essere entrati in provincia di Grosseto, approdare a Montenero d’Orcia.

Qui in una caratteristica piazza, troverete l’Antica Fattoria Grottaione (tel. 0564 954020), un bel posto in alta Maremma toscana dove, ad esclusione del lunedì, giorno di chiusura, in un ambiente molto accogliente, si può gustare una cucina veramente di territorio, molto piacevole e mai banale proposta con simpatia dal patron Flavio Biserni.

Ricca la scelta, ma voglio citare, tra gli antipasti, il carpaccio di filetto di tonno macerato o di carne chianina affumicata, la polenta gialla alle bietole di vigna con salsa di zucca, tra i primi le crespelle o i tortelli ripieni di castagne al profumo di caccia, le linguine alle bacche di ginepro, la zuppa di farro con fagioli o quella arcidossina di spinaci e ricotta, tra i secondi l’antico “peposo”, il coscio di maialino alle mele, il brasato di cinghiale al Montecucco, la farinata di ceci, il tortino di patate novelle con lardo di Colonnata, i ceci lessati al tegame, lo stoccafisso in padella con cipolle e pomodoro e ovviamente la fiorentina, rigorosamente di chianina, di peso mai inferiore al chilogrammo.

Grande attenzione viene poi riservata ai formaggi, con una speciale selezione di pecorini stagionati e caprini e ai dolci, dove la crostata di ricotta e castagne ed il cosiddetto “caffè in forchetta” antica ricetta toscana costituiscono le specialità da non perdere, e alla proposta degli oli d’oliva extravergini, da utilizzare come condimento o da gustare sul pane. Infine la cantina, con una vasta e ragionata selezione, con ricarichi contenuti e tali da invogliare a stappare, che dalla Toscana, con prevalenza dei vini di Montalcino, di Maremma, del Chianti classico, si estende a diverse zone vinicole italiane, con ricercatezza e originalità.
sito Internet  e-mail


Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

0 Commenti

  1. gianpaolo

    15/03/2007 at 07:35

    confermo quanto detto. aggiungo solo che se vi trovate a montenero non perdetevi una visita alla cantina perazzeta di alessandro bocci, cantina che si trova giusto accanto al ristorante nella piazzetta del paese.

  2. maurizio centini

    11/10/2010 at 19:35

    Stiamo parlando di un autentico tempio della cucina toscana, con proposte uniche e piatti preparati con grande amore e umile sapienza. Il tutto in un ambiente di semplice raffinatezza, di calda ma riservata accoglienza, di gentile disponibilità e di sincero amore per quei piccoli miracoli che lì si compiono ai fornelli. Un mix di incredibile ospitalità che ti fa sentire al centro di un’esperienza che vorresti ripetere ogni giorno. Una miscela di garbo, cultura, saggezza e modestia che, sottoposto a voto, non può che definirsi con un voto di laurea di 110 e lode, più bacio accademico e pubblicazione (del men). Flavio e compagnia, grazie di esistere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy