Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa
My Wine Notes

Ultimo minuto

Scontro ferroviario: carrozze tra i vigneti a Borghetto all’Adige

Pubblicato

il

Le cronache ed i commentatori hanno sottolineato la gravità dell’incidente, che ha portato purtroppo alla morte di due macchinisti dei due treni che si sono scontrati, ed il grave rischio corso, per la presenza all’interno di uno dei due convogli di un pericoloso rifiuto chimico, il metilene di fenil iso fenato, che ha prodotto una sostanza gelatinosa biancastra che è fuoriuscita da alcuni contenitori.

Nessuno però ha fatto notare, come dimostrano eloquentemente queste foto (che abbiamo preso dal sito Internet del Corriere della Sera), che l’incidente ferroviario ha avuto anche un riscontro diciamo viticolo, perché i vagoni accartocciati sono finiti tra i vigneti, rigorosamente a pergola, che costeggiano la linea ferroviaria e la strada che solca la Val d’Adige e da Verona conduce a Rovereto.

Vigneti posti nell’area di Borghetto all’Adige, a poche centinaia di metri, anche se dall’altra parte della vallata, da dove ha sede una delle più belle aziende agricole trentine, e forse il miglior produttore di un uvaggio bordolese italiano, la Tenuta San Leonardo dei marchesi Carlo e Anselmo Guerrieri Gonzaga. Danni ai vigneti, che pure ci sono stati, a parte, c’è da augurarsi che la fuoriuscita da uno dei vagoni di metilene di fenil iso fenato non causi problemi all’ambiente circostante e che questo bellissimo angolo della bassa Val Lagarina non abbia a subire inquinamenti e resti magnifico com’é…

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

0 Commenti

  1. RoVino

    15/12/2006 at 15:20

    Infatti, più che per i vigneti in sé, avrebbero dovuto dire della fuoriuscita tossica e dei possibili danni, ma i vagoni accartocciati fanno molta più notizia.

  2. berebene

    15/12/2006 at 18:41

    Dalle ultime notizie sembra che i danni verranno circoscritti mentre nessuno potrà “circoscrivere” il dolore dei parenti dei due macchnisti che hanno trovato la morte nell’incidente.Altro che vigneti e belle tenute!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy