Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

l'edicola enologica

Muscoli: storie e ricette di cozze di Salvatore Marchese

Pubblicato

il

L’estate è ormai lontana e anche se un pensare diffuso c’indurrebbe a considerare i molluschi come ingrediente base soprattutto di preparazioni e piatti della cucina della stagione calda, magari gustati in vacanza in riva al mare, cosa c’impedisce, visto che la disponibilità di materia prima non é diminuita nemmeno ora che è tempo di castagne, di funghi e delle prime nebbie, di parlare di un libro, pardon, di un magnifico libro, che s’intitola nientemeno che Muscoli. Storie e ricette di cozze nostre e mitili ignoti (231 pagine 15 euro Res edizioni Sarzana tel. 0187 622990) ?

Occuparmene é doveroso, non solo perché l’autore, Salvatore Marchese, nativo di Castelnuovo Magra nella bellissima zona del Vermentino dei Colli di Luni (a cavallo tra Liguria e Toscana) é un carissimo amico, o perché é un gastronomo e uno scrittore di cose enogastronomiche tra i più intelligenti e colti, perché ama, come me, il Barolo, ma perché questo volume, impreziosito dalle splendide illustrazioni del pittore genovese Francesco Musante, si propone come la più completa summa sui mitili, come un testo di riferimento, onnicomprensivo, per chiunque sulle cozze, o i peoci, come li chiamano a Venezia, voglia sapere tutto.

Un libro intenso, leggero, divertente, che si apre con una delicata fiaba, i muscoli della principessa Dolim, poi continua con digressioni e approfondimenti curiosi sulla storia, la cultura e la coltura del mollusco bivalve, quindi ci introduce ai suoi “terroir” d’elezione e naturalmente, perché Salvatore Marchese é un ghiottone, si completa con una ricchissima, variegata, fantasiosa serie di ricette, d’autore (ovvero di noti ristoranti) e non, che vedono le cozze protagoniste.

Ricette spiegate con esemplare chiarezza, con gli ingredienti e tutte le modalità di esecuzione e persino, piatto per piatto, con un sapiente, originale, e mai banale consiglio d’abbinamento al vino più adatto per esaltarne il gusto, la sapidità, il profumo e l’inconfondibile gusto di mare.
Se i mitili vi piacciono in qualsiasi modo, un libro che vi consiglio di non perdere.  

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

0 Commenti

  1. antonio

    06/11/2006 at 09:35

    “Il mio regno per una cozza!”
    Questo il motto inciso sullo stemma della nostra famiglia….
    Vedrò di procurarmi il fondamentale libro

  2. gianna ferretti

    06/11/2006 at 10:54

    Ciao, e si parla anche del presidio Slow Food sui moscioli del Conero?

  3. Pingback: Garantito… da me! Roero Arneis 2012 Fratelli Rabino | Blog di Vino al Vino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy
IT Partner: Vanilla Innovations, Inc.