Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa
My Wine Notes

Indignazioni

Appello: liberate Lineablu dal professor Calabrese !

Pubblicato

il

Voglio lanciare un appello per la salvaguardia e la tutela di una bellissima trasmissione tv, una delle più intelligenti che si possano trovare oggi nel disastrato panorama televisivo italiano. Programmisti, registi, autori, salvate Lineablu (in onda ogni sabato alle 14.05 su Rai Uno) dalla professoresca, noiosa pedanteria del prezzemolino dei dietologi italiani, il “docente di alimentazione e nutrizione umana “ professor Giorgio Calabrese !

Cosa ci azzecca difatti, con un programma spigliato, vivace, ben condotto dalla bravissima conduttrice e giornalista Donatella Bianchi, che con garbo e misura ci conduce in giro per note e meno note località marinare italiane, facendoci scoprire i tesori ed i misteri dei mari italiani, il petulante interloquire dell’onnipresente baffuto dietologo televisivo, che nella rubrica dedicata a Il mondo a tavola, ad ogni piatto etnico espressione di culture gastronomiche estere presentato da Fabrizio Gatta abbina, manco si trovasse in cattedra, continue glosse e postille sul contenuto di vitamine, Omega-3, grassi saturi, monoinsaturi e polinsaturi, dando vita ad un noiosissimo, insopportabile siparietto ?

Per favore autori di Lineablu abbiate pietà di noi affezionati telespettatori, salvateci dal professor Calabrese e mandate l’insopportabile dietologo, con le sue pedanti lezioncine, in vacanza, in pensione,  a parlare agli eschimesi, dove vuole, purché lontano da telecamere e teleschermi !
Liberate Lineablu dal professor Calabrese !
 

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

0 Commenti

  1. Lorenzo

    03/09/2006 at 19:29

    se c’è da firmare una sorta di petizione, conta sulla mia firma 😀

  2. cicciox

    04/09/2006 at 12:24

    stra-SOTTOSCRIVO … è insopportabile, non se ne può +

  3. Angelo

    04/09/2006 at 16:50

    Ha veramente rotto non lo sopporto più mandiamo a casa!!!!

  4. fradefra

    04/09/2006 at 23:15

    Che poi, manco a farlo apposta, hanno il colesterolo alto come tutti quelli che mangiano male e dalla mattina alla sera.
    Dico, vivere male tutta una vita, per morire in forma! Ma si può?

    Che poi, spesso a vederli mangiare nei ristoranti, non pare che siano proprio a dieta. A dieta, pretendono che ci stiano gli altri.

    [… rumore di fradefra che esce per cercare, in piena notte, un ristorante dove ingozzarsi…]

  5. zia pipina

    05/09/2006 at 01:18

    Se non ha smesso, sul supplemento della
    Stampa “Specchio”, imperversa anche con la moglie!!

  6. meacci luigi

    27/05/2007 at 13:29

    Ho sempre apprezzato i commenti del
    prof. Calabrese.
    Chi potrà mai liberarci di quella
    massa di giornalisti, casta privilegiata che sparla di tutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy