Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa
My Wine Notes

Libiam nei lieti calici

Silvium Murgia rosato IGT 2005 Botromagno

Pubblicato

il

Quando il caldo ed il bel tempo imperversano, la tavola, con il dominio dei piatti gustosi e freschi della cucina estiva, non può che chiamare vini rosati. E quando si dice rosato, enologicamente parlando, viene naturale pensare alla Puglia, che di questa particolare tipologia di vini é una delle indiscusse capitali.
Rosato in Puglia vuole dire Salento, ovviamente, ma un ottimo rosato, non da uve Negro amaro e Malvasia nera, bensì da Montepulciano in purezza, con una vinificazione che prevede l’uso solo del succo dell’acino che viene separato dalle bucce dell’uva pigiata, dopo una breve macerazione, ci arriva dal nord della Puglia, dalla provincia di Bari, e non dall’area di Castel del Monte di cui ho già parlato recentemente, ma da Gravina. Una località collinare, al confine con l’affascinante Murgia nord occidentale, apprezzata come terra d’origine del migliore bianco pugliese, il Gravina Doc appunto.  

Prodotto dalle ottime Cantine Botromagno, note per il Pier delle Vigne Murgia Rosso, il passito di Malvasia Murgia bianco Gravisano e naturalmente per il Gravina, il Silvium é un rosato che abbina piacevolezza ad una salda struttura tannica, tale da consentirgli l’abbinamento non solo ad insalate di riso, parmigiana di melanzane, paste fredde, antipasti a base di verdure, torte salate, ma anche a piatti di pesce in umido e carni bianche.

Color rosato cerasuolo brillante, vivo, splendente, multiriflesso, il Silvium mostra un naso fitto, carnoso, ampio e fragrante con aromi di rosa canina, piccoli frutti rossi, salvia e una spiccata sapidità. Al gusto é succoso, croccante, con un frutto vivo polputo e quasi masticabile, piuttosto e ampio e ben sostenuto, ravvivato da un’acidità calibrata, da una spiccata vena di mandorla sul finale che lo rende lungo, persistente, ricco di sapore e soprattutto, grazie ad un alcol contenuto in soli dodici gradi, bevibilissimo. Provare per credere.

Cantine Botromagno
Via Archimede 22
Gravina in Puglia BA
Tel. 080 3265865
prezzo in enoteca 6,5 euro
mail
sito Internet

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy