Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa
My Wine Notes

Ultimo minuto

Un nuovo forum sul vino: Rexbibendi

Pubblicato

il

Se vi chiedevate che fine avesse fatto il forum, molto frequentato dagli appassionati di vino, del sito Internet Sommelier.it dell’Associazione Italiana Sommelier, che è ancora bloccato stile work in progress, bene, forse v’interesserà sapere che per iniziativa di un gruppo di frequentatori del forum A.I.S. è nato un nuovo forum, che si definisce “Un forum temporaneo e non ufficiale in attesa di quello ufficiale”.
Per il momento si tratta di un forum solo ad inviti, ma provate a registrarvi e a contattare l’amministratore, magari citando questo post, e molto probabilmente riceverete anche voi il nulla osta per partecipare alle enologiche discussioni…

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

0 Commenti

  1. Andrea Toselli

    30/07/2006 at 19:01

    Grazie Franco, per aver ricordato che esistono alcune decine di persone che non hanno aspettato il risveglio dal coma del Forum ufficiale AIS per continuare a dialogare fra loro.
    Di tutta questa “curiosa” situazione a me dispiace soprattutto che la bufala dei “motivi tecnici”, a spiegazione dell’oscuramento che dura ormai da un mese e mezzo, fa fare una brutta figura anche a responsabili dell’Associazione che ho sempre stimato come persone serie e credibili (tipo Lorenzo Giuliani, per essee chiari).
    Comincio ad essere un poco pessimista sul futuro di una Associazione che oltre a dimostrare un atteggiamento sempre meno orientato alla democrazia (mi riferisco alle nuove regole elettorali) tenta di impedire anche il dialogo.
    Le Associazioni serie, se vogliono crescere, sollecitano ed utilizzano le critiche: la nostra elimina un moderno strumento di dialogo.
    Mah!

    Andrea Toselli

  2. Francesco Annibali

    31/07/2006 at 08:56

    concordo e sottoscrivo quello che hai scritto.

    l’AIS non mi sembra più all’altezza della propria mediocrità

  3. Franco Ziliani

    31/07/2006 at 09:27

    Francesco, io non concordo con quello che tu affermi, ovvero che “l’A.I.S. non mi sembra più all’altezza della propria mediocrità”. Questo é il tuo punto di vista, non il mio…
    Nell’A.I.S. ci sono sicuramente, come in qualsiasi associazione, molti punti deboli, ma ci sono grandi professionalità, personaggi capaci, intelligenze che mi auguro possano sempre più emergere e decidere la vita ed il futuro di questa importante associazione…

  4. Andywine

    31/07/2006 at 12:21

    Franco Ziliani ha scritto: “…ma ci sono grandi professionalità, personaggi capaci, intelligenze che mi auguro possano sempre più emergere e decidere la vita ed il futuro di questa importante associazione…”

    Concordo in pieno quanto scritto.
    Io che, tendenzialmente, sono un ottimista, penso che all’interno dell’AIS ci siano molte persone degne di nota e molto professionali, diverse delle quali ho avuto modo di conoscere personalmente.

    Per la riapertura del forum ufficiale AIS secondo me bisognerà aspettare la fine delle ferie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy