Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa
My Wine Notes

Ultimo minuto

Duradouro, vino iberico prodotto con uve Tempranillo spagnole e portoghesi

Pubblicato

il

Dopo il prosciutto è nato il vino “Iberico”.

Si può difatti definire così, a pieno titolo il Duradouro, un nuovo vino di prossima uscita, nato dalla collaborazione operativa, una vera e propria joint venture direbbero gli anglosassoni, tra l’azienda spagnola Liberalia e la cantina portoghese Quinta do Portal.

Il vino, congiuntamente curato dall’enologa spagnola Silvia García e dall’enologo portoghese Paulo Coutinho, secondo quanto riferisce il sito Internet spagnolo Elmundovino, sarà il risultato di un mix paritario tra uve della varietà portoghese Tinta roriz e della varietà spagnola Tinta de Toro che, vedi caso, sono entrambe sinonimo di quell’uva Tempranillo che in entrambi i Paesi della Penisola iberica viene considerata tra le cultivar più nobili e importanti.

Secondo Coutinho le due uve, che provengono dall’area del fiume Duero, sebbene dai due differenti lati della frontiera, sono complementari e si sposano benissimo, perché l’uva portoghese apporterà il gusto fruttato, mentre la Tinta de Toro porterà in dote al Duradouro “concentrazione e mineralità”.

L’uscita sul mercato delle prime 7400 bottiglie di questo vino “iberico” a tutti gli effetti è prevista, con commercializzazione in Spagna ed in Portogallo, per il mese di giugno.

Scommettiamo che prima o poi qualcuno penserà a qualcosa del genere, magari un “transalpino” italo francese, oppure un tirolese austriaco, anche in casa nostra ?

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

0 Commenti

  1. Pingback: Vino da Burde - » Sulla graticola fino a lunedì…come sarà andata?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy