Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa
My Wine Notes

Degustazioni

Grande Serata Freisa in Valtellina

Pubblicato

il

Giovedì 23 marzo alle 21, presso il Ristorante la Tavernetta di Castione Andevenno vicino a Sondrio, in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier della Valtellina, grande appuntamento per tutti gli appassionati di quel grande, ma poco noto, vitigno piemontese che è la Freisa.

Uno dei vitigni maggiormente indiziati, come dimostrano gli studi ampelografici di una grande studiosa come Anna Schneider, di essere uno dei “genitori” quantomeno di aver giocato un ruolo importante nella costituzione della base genetica del germoplasma di vite proprio dell’ambiente alpino e pedemontano di quella grande uva che è il Nebbiolo.

Come curatore e conduttore di questa Serata Freisa e da grande sostenitore, da anni, di questa varietà, ho scelto di concentrare l’attenzione su un unico areale di produzione della Freisa, (presente in Piemonte anche nel Monferrato Astigiano e Casalese, a Chieri in provincia di Torino, nella zona di Saluzzo, Pinerolo, del Canavese e dei Colli Novaresi), ovverosia nell’amatissima zona delle Langhe.

L’area del Barolo, del Barbaresco, ma anche del Dolcetto di Dogliani e di quello d’Alba, nonché del Moscato d’Asti, dove la Freisa, dati Albo dei Vigneti 2004, può contare su 70 ettari vitati complessivi (che erano 59 nel 2000, 62 nel 2001, 67 nel 2003, a testimonianza di una leggera riscoperta in corso).

Ettari che esprimono una produzione, quasi confidenziale e riservata ad un nucleo ristretto di Freisa fan, pari a 4400 quintali (con una resa media di 90 quintali ettaro) e di 3087 ettolitri, pari a 411.600 bottiglie.

I comuni che vantano la maggiore estensione, se così si può dire, di Freisa nella Langa albese, area che esprime la Doc Langhe Freisa, sono:

Alba                                     10,98  ettari

Monforte d’Alba                  8,65

Santo Stefano Belbo         8,53

Barbaresco                         4,67

Neive                                    4,43

La Morra                             3,46

Serralunga d’Alba             2,80

Barolo                                  2,40

Castiglione Falletto           1,82

Dogliani                              2,04

Verduno                              0,52

Per chi volesse saperne di più sulla Freisa consiglio la lettura di questa scheda ampelografica:

http://www.regione.piemonte.it/agri/ita/piemontedoc/vino/vitigni/freisa.htm

La “Serata Freisa” dell’A.I.S. di Sondrio vedrà la presentazione e degustazione di ben undici vini, tutti di grande qualità, proposti da aziende ben note, e rinomate, per i loro Barolo.

I vini in degustazione saranno:

Langhe Freisa 2004                                                 Mario Cozzo

Langhe Freisa Vigna del Sole 2004                     Gigi Rosso

Langhe Freisa Toetto 2002                                    Giuseppe Mascarello

Langhe Freisa 2004                                                Bartolo Mascarello

Langhe Freisa Santa Rosalia 2004                      Brezza

Langhe Freisa 2004                                                 Giuseppe Rinaldi

Langhe Freisa La Villerina 2004                            Brovia

Langhe Freisa 2004                                                 Comm. G.B. Burlotto

Langhe Freisa Bricco Boschis 2004                     Cavallotto

Langhe Freisa Kyé 2003                                         G. D. Vajra

Langhe Freisa 2000                                                Giacomo Conterno

 

Il costo di partecipazione alla serata, che prevede l’abbinamento dei vini ad una serie di salumi, di particolare pregio, freddi e caldi, è di 30 euro.

Per informazioni e per verificare l’eventuale disponibilità di prendere parte a questa serata unica, rivolgersi al delegato A.I.S. di Sondrio, Natale Contini: tel. 3355299403

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

0 Commenti

  1. Mai.

    21/03/2006 at 19:05

    direttamente da virgilio… son passata a salutarti anche qui… ciao

  2. Terry Hughes

    22/03/2006 at 02:51

    Che bella serata sara’. Beato te che puoi assisterci. I miei saluti ai Cavallotto e a tutti gli altri!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy