Le prospettive del mercato russo del vino secondo la wine writer Eleonora Scholes

A fine luglio ho avuto il piacere di avere una collega straniera che stimo molto, Eleonora Scholes, (visita qui il suo sito Internet, scritto in russo ed in inglese), tra i partecipanti ad un wine tour che ho avuto il piacere di coordinare, legato alla manifestazione Rosati in terra di rosati che si è svolta in Puglia, per l’organizzazione dell’associazione Buona Puglia.
Eleonora, che è russa di nascita, ha marito inglese e vive in Italia (complimenti per il tuo italiano Eleonora!) collabora ad alcune delle maggiori riviste di vino russe, Vinnaya Karta, Enoteka, Gastronom & Gastronom Profy, Drinktime, Simple wine news, scrive su riviste ucraine e del Kazakistan, e in inglese su Decanter, The World of Fine Wine, Wine Business International, sul blog collettivo Entaste.
Inoltre ha collaborato curando la parte relativa alla Russia al Pocket Wine Book di Hugh Johnson e partecipa spesso alle degustazioni del Grand Jury Européen e a concorsi enologici internazionali.
Ho chiesto ad Eleonora di darmi alcune impressioni sui vini pugliesi che ha avuto modo di degustare e soprattutto di raccontare quale sia oggi, in Russia, la scena del vino e quali le prospettive e le possibilità per i vini italiani.
Le sue risposte, e le sue analisi, davvero molto interessanti e sempre meditate, le potete leggere in questa ampia intervista, che ho pubblicato, qui sul sito Internet dell’A.I.S.
Buona lettura

0 pensieri su “Le prospettive del mercato russo del vino secondo la wine writer Eleonora Scholes

  1. L’ho letta e devo dire che e’ perfetta, veramente condivisibile tutto quello che ha scritto, tra cui delle cose molto interessanti che a qualcuno potrebbero sembrare esagerate e invece la’ e’ proprio come dice Eleonora. Che ci volete fare, la Santa Madre e’ un altro pianeta. Segnatevele! Io ho avuto un pranzo di lavoro con un abile importatore italiano che da vent’anni vende a San Pietroburgo e a Mosca, proprio un annetto fa, e devo dirti che un’analisi così ben fatta e’ rara, anzi rarissima.

  2. Pingback: Le prospettive del mercato russo del vino secondo la wine writer Eleonora Scholes | Trentinoweb

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *