Presentazione ufficiale del Barolo 2003 domenica a Barolo

Il suo ingresso in società, pardon sugli scaffali delle enoteche, nelle cantine dei ristoranti e degli appassionati, il Barolo annata 2003, che ha sostanzialmente superato l’esame della stampa specializzata internazionale presente lo scorso maggio ad Alba Wines Exhibition, l’ha già fatto. Ora, perché la forma vuole la sua parte ed istituzioni ed enti vari devono disporre di momenti ufficiali per giustificare la loro esistenza e per far vedere che esistono e si danno da fare, tocca al battesimo istituzionale, che per chiunque si trovasse in zona, è previsto per domenica 10 giugno alle 10.30 nella storica cornice del Castello Comunale Falletti di Barolo, sede dell’Enoteca Regionale del Barolo.
A cura dei produttori aderenti all’Enoteca Regionale, che proprio quest’anno celebra i primi 25 anni di un’attività che ha avuto momenti altissimi e rappresentanti e responsabili di grande statura e altri, invece, sui quali, per carità di patria è meglio sorvolare, nel cortile interno del Castello marchionale la presentazione dell’annata (che vedrà l’etichetta della bottiglia  istituzionale firmata dal celebre pittore Ugo Nespolo) affidata al docente di chimica viticola enologica, nonché autore di diversi volumi, Giuseppe Sicheri, sarà abbinata ad un momento spettacolare, ovverosia la consueta dedica dell’annata ad un personaggio pubblico.
Quest’anno, dopo che in passato la scelta era caduta di volta in volta su Gino Paoli, Ottavio Missoni, Burton Anderson, Gualtiero Marchesi, Franco Piccinelli, Giorgio Bocca, per citare i più noti, il Barolo 2003 avrà come padrino Piero Chiambretti, noto presentatore, show man torinese (e proprietario di una serie di ristoranti a Torino), che parteciperà alla cerimonia e molto prevedibilmente, com’è nel suo stile ironico e giocoso, intratterrà i partecipanti proprio come ha fatto in occasione di quel dopo Festival di Sanremo dove il Barolo quest’anno era stato portato, dissero i responsabili, perché “deve scendere dagli scaffali alti in cui è riposto per andare in mezzo ai giovani, alla gente che frequenta i wine bar, i ristoranti alla moda e i locali più trendy”, per conquistare insomma quei vip, o presunti tali, che frequentano la nota località ligure nel corso della rassegna canora.
In occasione della presentazione ufficiale 2007 saranno premiati e riceveranno onorificenze alcuni personaggi che, come assicurano gli organizzatori, “hanno raccontato e vissuto le nostre colline”. La scelta, quest’anno, è caduta sul sommelier albese Giancarlo Germano, sulla produttrice di Gavi e presidente del Movimento Turismo del vino del Piemonte Chiara Soldati, sul responsabile Settore Vini di Buonitalia Giorgio Serra e su Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, presidente dell’omonima Fondazione. Giancarlo Germano a parte, sarebbe curioso sapere cosa abbiano mai fatto per il Barolo e per le colline di Langa queste seppur degnissime persone e in base a quali criteri siano state scelte…
Presenterà la manifestazione Roberto Rabachino già coordinatore e portavoce del Comitato Promotore del Movimento Turismo del Vino del Piemonte, "capo ufficio stampa dell’Enoteca Regionale del Barolo" e titolare dell’agenzia di comunicazione Gold Guest Italia che cura l’ufficio stampa della presentazione.
Da domenica 10 a sabato 16 giugno nelle cantine del Castello di Barolo sono previste degustazioni dei Barolo 2003 dei produttori aderenti alla manifestazione.
Maggiori informazioni presso l’Ufficio di segreteria dell’Enoteca Regionale del Barolo: tel. 0173 56277 e-mail

sito Internet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *