Enogea numero 5

Enogea numero 5

Enogea, la newsletter bimestrale indipendente creata, diretta e coordinata da Alessandro Masnaghetti, (con il supporto logistico, informativo e morale di Francesco Falcone), è già arrivata al quinto numero (datato febbraio – marzo 2006) segno che anche dopo la pausa di riflessione durata alcuni anni (che hanno visto, tra l’altro, l’esperienza di conduzione della Guida dell’Espresso), il Masna è agevolmente riuscito a recuperare i suoi aficionados. E a guadagnarne di nuovi.

Il menu di queste 50 pagine che, come sempre, hanno il loro zoccolo duro in una ricca sequenza di wine tasting e note di degustazione, è più articolato, e appealing, del solito.

Si parte con un riflessione ed un’analisi delle prospettive offerte, dalla creazione di alcune sottozone tra cui la più nota è Nizza, ad una ampia Doc come Barbera d’Asti, seguita da una degustazione di un vasto campionario di vini e si prosegue, ecco una delle carte vincenti di Enogea, con la pubblicazione di una dettagliata mappa del Barbera d’Asti e delle sue sottozone.

Il secondo tema affrontato da Masnaghetti, con annotazioni e assaggi, è un’esplorazione nell’universo dei vini prodotti nelle Marche in provincia di Ascoli Piceno, con particolare attenzione per l’ampia Doc (la più grande di tutta la regione) Rosso Piceno. Si rassicurino gli amanti dell’Offida Doc e dell’Igt Marche Rosso: anche questi vini vengono “investigati” a dovere.

Seguono poi una veloce puntata nel mondo dell’antica e nobile Docg toscana Carmignano, e un “Fritto misto (alla piemontese)”, così lo definisce l’autore stesso, che prevede assaggi di annate varie di Barolo e Barbaresco e quindi una divagazione in Roero, con una “Verticale di gruppo”, cosa molto diversa da una “ammucchiata” quindi, dove il Masna assaggia annate varie del Nebbiolo d’oltre Tanaro, Roero e Roero superiore, in compagnia degli stessi produttori: Almondo, Cà Rossa, Correggia, Malvirà e Negro.  

La chiusura di questo numero particolarmente riuscito è in crescendo, con FAQ, ovvero risposte ad alcune frequenti domande relative al suo modo di degustare rivolte ad Alessandro, e con un intervento – contributo di un ospite, ovvero Fabio Rizzari, co-curatore attuale della Guida vini dell’Espresso, che interviene, in maniera molto divertente, sul tema “Psicopatologia del critico e dell’enologo contemporanei”.

Beccatevi poi l’ennesima degustazione, questa volta di “bianchi di frontiera” friulani, ma anche di altre regioni, divertitevi leggendo le spigolature e gli appunti di viaggio della rubrica On the road, e perlustrate un’altra mappa targata Enogea, quella dedicata ai Cru del Barolo: da Barolo alla Bussia.

E quindi sedetevi in poltrona e godetevi il gran finale, il piatto forte di questo Enogea number five: la ripresa di una lunga intervista, già pubblicata nel 1996 sulla rivista Ex Vinis (quando il Masna lavorava alla corte di Veronelli), a Nino Franceschetti, decano, grande vecchio e conoscitore sommo della Valpolicella.

Una lettura ancora ricca d’interesse e di validi spunti di riflessione.

Per abbonarsi ad Enogea:
tel. 333 4310998 tel. fax 0546 40275
mail almasnag@tin.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *